Articolo scritto da Argomento: Facebook Marketing, Social Media Marketing 0 Commenti

Come fare una social media strategy
Tempo di lettura: 4 minuti

Sappiamo bene quanto i social media siano ormai parte integrante della nostra quotidianità, quindi è necessario implementarli nella nostra strategia di web marketing.

Impostare una social media strategy richiede la conoscenza di alcuni punti fondamentali: l’improvvisazione non porta a niente e, sebbene i social media siano una potente arma per farsi conoscere, possono diventare un’arma a doppio taglio se non utilizzati a dovere…quindi occhio!

Come si sviluppa una strategia per i social media? Andiamo con ordine!

Come creare una social media strategy in modo pratico

Cos’è una social media strategy?

Quando un’azienda vuole affacciarsi nel digitale per ottenere maggiore visibilità, deve fare i conti con un contesto in cui sono già presenti altre aziende. Per spuntare fuori e mostrarsi tra i vari competitors, l’azienda ha bisogno ovviamente di una strategia social che la porti al successo.

Quindi una social media strategy è lo studio e la pianificazione di tutte quelle attività che l’azienda deve svolgere attraverso i social media, affinché possa rendersi visibile e migliorare la proprio reputazione online.

Ecco come, praticamente, si deve creare una social media strategy:

Obiettivi

Senza obiettivi non conviene utilizzare i social media, semplicemente perché davvero non sapremmo cosa pubblicare. Quindi stabiliamo prima gli obiettivi, anche semplici e per il breve periodo, purché siano SMART (Specifici, Misurabili, Accessibili, Realistici e Temporali).

Gli obiettivi possono sembrare facili da individuare, ma in realtà un consiglio che voglio dare è quello di fare molto brainstorming per definirli, magari con i tuoi collaboratori o con chi si occupa/occuperà della tua comunicazione. Agli obiettivi corrisponde un budget da prendere in considerazione, perché purtroppo gratuitamente non andremo molto lontani.

Il Target

Questo è sicuramente il secondo punto da analizzare, perché conoscere e individuare a chi rivolgere la nostra comunicazione, sia essa sui social che no, è la base. Quindi via con lo studio dei dati demografici (località, età, sesso, interessi etc.), così da comprendere cosa stanno vivendo questi utenti, cosa vogliono e cosa desiderano.

È normale che definire un pubblico nel dettaglio, almeno nella sua fase iniziale, è complicato, ma se vendiamo abiti da sposa, sicuramente non ci rivolgeremo a uomini single! Chiaro no? 🙂

Leggi anche:  Pagina aziendale su Linkedin: perchè è importante

Analisi del contesto

Il passo che segue riguarda l’azienda, il contesto e i competitors. Guardiamo dentro la nostra azienda, i punti di forza e i punti deboli, il nostro prodotto o servizio e proviamo a pensare cosa veicolare attraverso la comunicazione e cosa invece omettere.

Analizziamo il mercato in cui l’azienda si trova e il grado di concorrenza presente: nei social media è probabile che siano presenti molti competitors, ma non tutti (fortunatamente :P) comunicano allo stesso modo. Ecco perché serve analizzare il contesto all’interno di una social media strategy, esaminare cosa e come comunicano i nostri “avversari” e batterli con una comunicazione migliore o dove sono mancanti.

Scegliere il social giusto

Non tutti i social media sono adatti a certi business, alcuni funzionano meglio di altri, altri non funzionano proprio.

“Voglio essere su tutti i social media”

NO! Non va bene e dimenticati questo pensiero! Non è importante essere presenti su tutti i social media, soprattutto se il nostro target non frequenta tutte le piattaforme o se la comunicazione all’interno di un dato social media è inadatta alla nostra attività.

Scegli i social media adatti al tuo business e lavoraci per bene. Molti titolari di azienda credono che essere presenti su Facebook, Instagram, Linkedin, solo perché più utilizzati, sia fondamentale per il successo: in realtà è una totale perdita di tempo, soprattutto se non si studia una comunicazione adeguata ad ogni piattaforma.

Ad esempio se punti al customer care, Twitter è il social media più indicato. Se vendi davvero abiti da sposa come l’esempio sopra, potresti puntare ad Instagram e Pinterest che prediligono la fotografia e l’estetica.

Insomma pochi social, ma buoni e ben curati! 😀

Inizia a pubblicare

È arrivato il momento di pubblicare i tuoi primi post. Ogni contenuto deve avere un perché, deve aver chiaro il pubblico di riferimento, deve essere di qualità e saper coinvolgere. Lo studio del tone of voice non è da sottovalutare: se il tuo pubblico è giovane, usa un linguaggio fresco e colloquiale, se ti rivolgi ad altri professionisti, utilizza un tone of voice esperto e più serio.

Per aiutarti nella pubblicazione non dimenticarti del piano editoriale che ti farà da guida non solo negli aspetti basilari della tua comunicazione, ma ti sarà utile anche per calendarizzare i tuoi post nell’arco temporale.

Leggi anche:  Le principali novità di Facebook Ads da inserire nelle tue strategie per il 2019

Monitoraggio

Monitorare il successo o l’insuccesso della nostra social media strategy è un altro tassello importante. Quindi tieni sempre sott’occhio i dati statistici dei tuoi post, il livello di interazione, quanto e come si parla del tuo brand. In questo modo potrai modificare la strategia, migliorarla, cambiarla e comprendere l’opinione che i tuoi seguaci hanno della tua azienda.

Crea uno stile

Se gli occhi sono lo specchio dell’anima…bhè i social media sono lo specchio del tuo brand!

Crea uno stile comunicativo che sia tuo e solo tuo, così da distinguere il tuo brand dagli altri. Non copiare mai, al massimo prendi qualche spunto…da qualche parte dovremmo pure iniziare. Cerca sempre di essere originale, con una scrittura creativa e una grafica particolare. Crea un collegamento emozionale tra ciò che appare sul tuo sito e cosa/come comunichi nei social.

Ad esempio, non sottovalutare mai i colori: l’occhio umano tende a collegare gli oggetti attraverso i colori, quindi se il tuo sito e il tuo logo usano specifici colori, riproponili nelle grafiche che utilizzerai nei social.

Ok, adesso hai sicuramente più chiari tutti gli step da seguire per creare la tua social media strategy! Se hai bisogno di una mano per il tuo progetto, siamo disponibili ad una consulenza gratuita e ad aiutarti nella creazione della strategia migliore e più efficare per i tuoi canali social.

Commenta questo post

Filippo Sogus

Filippo Sogus

CEO di Be-We srl & SEO Specialist

Filippo è SEO Specialist di professione, esperto in tecniche SEO nel settore e-commerce, editoriale e turistico. Segue diverse aziende nazionali, leader del mercato e investimenti sul web.

Grazie alla collaborazione con numerose aziende e all’esperienza SEO maturata in diversi settori, Filippo sfrutta i motori di ricerca per incrementare il fatturato delle aziende.

Inserisci un commento