Come e perché usare le estensioni di prezzo su Google Ads

Articolo scritto da Argomento: Google Ads Advertising 0 Commenti

Come e perché usare le estensioni di prezzo su Google Ads
Tempo di lettura: 3 minuti

Le estensioni di prezzo su Google Ads sono degli elementi utili e indispensabili all’interno di un annuncio di testo. Come ben saprai, gli annunci sono composti da 3 titoli da 30 caratteri ciascuno e 2 descrizioni da 90 caratteri. Oltre a queste componenti testuali, è possibile introdurre più informazioni che ci permettono di veicolare al meglio il messaggio da comunicare agli utenti. Le estensioni di prezzo fanno parte di queste informazioni aggiuntive e mostrano le offerte della tua attività più nel dettaglio, aiutando gli utenti a trovare più velocemente quello che cercano proprio grazie al tuo annuncio.

Come impostare le estensioni di prezzo

Per prima cosa è essenziale conoscere i termini che gli utenti andranno a utilizzare nelle loro ricerche per visualizzare il tuo annuncio. Rifletti sul livello di specificità dei tuoi annunci e cerca di applicarlo anche alle tue estensioni. Se ad esempio il tuo target cerca “attrezzatura sportiva di qualità” le estensioni dovranno contenere informazioni specifiche che lasciano intendere la qualità dei tuoi prodotti. Inoltre, se crei una campagna rivolta a chi cerca un prodotto specifico, ad esempio “scarpe da trekking” è probabile che non sia interessato ad altre tipologie di attrezzatura sportiva. Tienilo a mente quando definisci la struttura della tua campagna.

Fatta questa breve premessa, vediamo ora come impostare le estensioni di prezzo. Si tratta di una manovra piuttosto semplice:

  • all’interno del menu trovi la voce “annunci ed estensioni” tramite la quale potrai raggiungere la voce “estensione” e cliccare sul + per iniziare a crearne una nuova;
  • scegli il livello a cui desideri aggiungere l’estensione, inserisci la lingua, la valuta e il qualificatore prezzo dell’estensione;
  • compila i campi inserendo anche la descrizione e l’URL finale per tutti i prodotti che desideri mostrare. È necessario inserire almeno 3 elementi, anche se Google ci consiglia di aggiungerne almeno 5.
Leggi anche:  Google Shopping gratuito e disponibile nei risultati organici

Esistono diverse tipologie di estensione di prezzo e per ciascuna ci sono requisiti ben precisi. Ad esempio, nel caso di brand è necessario che i marchi siano reali e all’interno dell’intestazione potrai inserire solo il nome del brand. La descrizione invece deve contenere le informazioni specifiche legate al brand stesso. Nel caso di servizi invece, è importante indicare la tipologia di servizio e fornire all’interno della descrizione ulteriori dettagli su servizio (ad esempio, Intestazione: manicure e pedicure, Descrizione: trattamento di 30 minuti). Questi sono solo due esempi ma nella guida di Google Ads ne troverai molti altri.

Perché usare le estensioni di prezzo?

Per prima cosa le estensioni di prezzo ti permettono di dare all’utente un’informazione essenziale: il costo. Sapere quanto costa un prodotto o un servizio prima ancora di approfondire cliccando sul link è importante. Tra tanti risultati, sceglierà di cliccare su quelli più pertinenti e che rispondono alle sue aspettative di costo, più probabilmente quelli con un prezzo inferiore. A proposito di costo inferiore, non dimenticarti dei competitor. Per ottenere risultati devi essere competitivo e Google lo sa bene. Ecco perché su Google Merchant Center esiste una sezione che ti permette di sapere se i prezzi dei tuoi prodotti sono in linea con quelli dei concorrenti, se sono più alti o più bassi, consentendoti di impostare la tua strategia puntando sui prodotti più competitivi. Il rapporto sulla competitività del prezzo rispetto alla concorrenza è accessibile dal menu Crescita > Competitività del prezzo su Google Merchant Center.

Le estensioni ti permettono di risparmiare caratteri che potrai dedicare per costruire un messaggio più attraente per l’utente. Inoltre, non esistono costi aggiuntivi se l’utente clicca sul tuo annuncio tramite un’estensione. Il costo dello stesso annuncio con o senza estensioni, a prescindere dal click dell’utente, è sempre lo stesso. Inoltre, è importante ricordare che quando sono presenti le estensioni gli utenti sono più invogliati a cliccare se individuano contenuti interessanti. Questo significa maggiori probabilità di conversione se i tuoi annunci sono costruiti nel modo giusto.

Leggi anche:  Come ottimizzare il tuo feed per Google Shopping

Hai bisogno di nostra consulenza per il tuo sito o per il tuo e-commerce? Contattaci:









Accetto la Privacy Policy

Jole Torre

Jole Torre

Online Advertising Specialist di Be-We srl

Nata a Messina, vive a Cagliari dal 2015.
Curiosa, appassionata di Internet e dei suoi intricati meccanismi, ha un debole per Google.

Ha lavorato per diverse realtà: Toscana, Piemonte, Sicilia, Sardegna. In queste città ha maturato circa 10 anni di esperienza in SEO e Online Advertising.
Oggi è socia e responsabile dell’area Web Advertising in Be-We Srl.

Inserisci un commento