Cosa sono le campagne Smart Shopping di Google Ads?

Articolo scritto da Argomento: Google Ads Advertising 0 Commenti

Cosa sono le campagne Smart Shopping di Google Ads?
Tempo di lettura: 3 minuti

Le campagne Smart Shopping sono una nuova tipologia di Google Ads che sfruttano l’intelligenza artificiale e il machine learning per ottimizzare al meglio gli annunci. Sono intelligenti proprio perché riescono autonomamente ad apportare le modifiche necessarie per raggiungere correttamente gli utenti interessati agli annunci… con un notevole risparmio di tempo da dedicare alle creazione e gestione delle campagne.

L’inserzionista non dovrà fare altro che inserire l’obiettivo della campagna e il budget e Smart Shopping si occuperà di tutto il resto, con posizionamento di annunci e offerte automatiche.

Questo sistema intelligente consente di raggiungere in modo efficiente gli utenti e di aumentare il tasso di conversioni fino al 20%. Sei curioso di sapere come funzionano? Continua a leggere!

Come funzionano le campagne Smart Shopping?

Il funzionamento delle campagne intelligenti è piuttosto semplice. Sostanzialmente quello che succede è che Smart Shopping estrae la creatività del prodotto da utilizzare per gli annunci dal feed disponibile nell’account Merchant Center che, se stai usando campagne Shopping standard, dovrebbe essere già presente sull’account Google Ads.

Lo Smart Shopping si avvale di un sistema di apprendimento automatico che genera combinazioni diverse di testo e immagini che possono coinvolgere in modo incisivo i clienti nella rete di ricerca, negli annunci display, su Gmail e YouTube.

Come vengono mostrate le campagne Smart Shopping
Come vengono mostrate le campagne Smart Shopping (fonte: https://support.google.com/searchads/answer/9171542)

Google sceglie anche in quale tipologia di siti mostrare l’annuncio, così come il target che risulta essere più interessato ai tuoi annunci.

Non a caso si chiamano campagne intelligenti! 🙂

Questi annunci sono capaci di auto-apprendere e ottimizzare le campagne sulla base delle informazioni raccolte e analizzate. Non dovrai fare altro che definire il budget e l’obiettivo della campagna e il gioco è fatto.

Leggi anche:  Google AdMob: come monetizzare con gli annunci in-app

Impostare campagne di Smart Shopping

Lo shopping intelligente rappresenta la perfetta unione tra il remarketing display e lo shopping standard. Il primo passo è quello di comprendere come definire il budget delle tue campagne. Puoi prendere spunto dalle campagne Standard e di remarketing che hai attivato fino ad ora e che potresti valutare di mettere in pausa per testare le campagne intelligenti.

Ridistribuisci il budget che utilizzavi per le precedenti campagne così da riuscire a confrontare più facilmente l’efficacia dei due tipi di campagna.

Come abbiamo detto, Google provvederà a completare in automatico la creatività e il testo degli annunci sulla base del feed prodotti caricato. Un consiglio che ci viene fornito dallo stesso Google è quello di utilizzare un feed che include tutti i prodotti. Questo gli consentirà di andare a verificare quali sono i prodotti con cui gli utenti hanno interagito di più e pubblicherà annunci che presentano informazioni correlate.

E cosa succede agli utenti non hanno ancora visualizzato alcun prodotto? Niente paura, Google crea degli annunci sulla base delle risorse creative che hai caricato e li pubblica all’interno della rete di ricerca per potenziali clienti su Display e YouTube che non hanno ancora mostrato interesse per alcun prodotto ma che hanno visitato il sito.

3 consigli pronti all’uso

Prima di lasciarti andare a testare le funzionalità di questi annunci intelligenti, vogliamo darti qualche consiglio per impostare alla perfezione le campagne di Smart Shopping.

  1. Se hai un budget ridotto ti suggeriamo di iniziare con una selezione di prodotti invece di utilizzare l’intero catalogo. Puoi sempre lasciare attivi gli altri gruppi di prodotto per le campagne di Remarketing Display e di Shopping standard.
  2. Sono necessari almeno 15 giorni di tempo per massimizzare i tassi di conversione. Sfrutta questo periodo per fare un confronto sul rendimento rispetto alle vecchie campagne. In questo modo potrai decidere come procedere con il catalogo dei prodotti, se mantenere la suddivisione e usare un budget ridotto oppure iniziare a sfruttare appieno le capacità di queste campagne.
  3. Cosa succede se non raggiungi i tuoi obiettivi di conversione? Potresti utilizzare l’offerta ROAS target per ottenere obiettivi minimi giornalieri oppure suddividere i prodotti con target ROAS differenti in campagne separate.
Leggi anche:  Pubblicizzare un pacchetto turistico con Google Ads

Ricorda che per utilizzare questa tipologia di campagne devi aver ottenuto almeno 20 conversioni e impostare il monitoraggio delle conversioni. Inoltre devi impostare un global site tag e disporre di un elenco per il remarketing di almeno 100 utenti attivi.

Una volta impostata la campagna, l’algoritmo ha bisogno di un po’ di tempo per testare target e annunci. Trascorso questo tempo, inizierai a vedere gli effetti delle ottimizzazioni sulle performance.

Grazie alle campagne Smart Shopping è possibile raggiungere in modo efficiente e ottimale pubblici interessati e più facili da convertire, con un notevole risparmio di tempo e lavoro. Sei pronto a testarle per la tua azienda? Possiamo aiutarti noi a farlo. Contattaci per una consulenza!

Laura

Laura Serrenti

Social Media Manager di Be-We srl

Appassionata di viaggi, serie tv e strategie di comunicazione. Dopo una Laurea in Comunicazione e Psicologia presso l’Università degli Studi Milano Bicocca, decide di tornare in Sardegna, la sua amata terra, per iniziare il suo percorso lavorativo alla scoperta del Digital Marketing, in particolare i Social Media.

Grazie all’esperienza coltivata lavorando in diverse realtà aziendali oggi si dedica ai diversi progetti con passione ed entusiasmo.