Google Shopping gratuito e disponibile nei risultati organici

Articolo scritto da Argomento: Google Ads Advertising 0 Commenti

Google Shopping gratuito e disponibile nei risultati organici
Tempo di lettura: 3 minuti

La trasformazione delle aziende da offline a online ha avuto inizio già da diverso tempo ma ha subito una rapida accelerazione in quest’ultimo periodo. Come ben saprai, il Covid-19 ha cambiato le carte in tavola e ha chiesto alle aziende di innovarsi e guardare con occhi diversi alle opportunità presenti online. Allo stesso tempo, abbiamo assistito al lancio di nuove funzionalità da parte dei grandi colossi per rendere più accessibile il web anche alle piccole realtà. Si tratta di progetti già previsti prima della pandemia che hanno trovato il momento giusto per essere presentati.

Pensa a Facebook Shop, che permette alle aziende di vendere i prodotti all’interno della piattaforma senza aver bisogno di un sito web, oppure a Facebook Pay, che permette agli utenti di acquistare in totale sicurezza un prodotto visto all’interno del social network. Oggi però, vogliamo parlati di un’altra importante novità in casa Google, ovvero Google Shopping Organico e gratuito.

Google Shopping Organico: la rivoluzione ha inizio!

Era il 27 aprile 2020 quando la notizia di Google Shopping gratuito ha raggiunto il mondo intero. Proprio quando le aziende erano costrette a chiudere e le persone hanno dovuto prendere dimestichezza con gli acquisti online, Bill Ready, presidente della divisione Commerce di Mountain View, ha pubblicato un post ufficiale nel quale annuncia le ragioni di questo importante cambiamento.

Come afferma lui stesso, si tratta di un progetto già nell’aria da diverso tempo che però ha subito un’accelerazione a causa del Coronavirus che ha convinto il team di Google a dare una mano ai commercianti di tutto il mondo.

Si tratta di un cambio di rotta importante ma necessario per fronteggiare la crisi del commercio causata dalla pandemia e non solo. Negli ultimi anni, il settore del commercio ha dovuto superare molti ostacoli e affrontare diverse minacce, e il commercio digitale è diventato per molti una grande opportunità. Ecco perché Google ha deciso di rendere gratuita la vetrina nella sezione Shopping presente nel motore di ricerca. Cosa significa questo?

Leggi anche:  Google AdMob: come monetizzare con gli annunci in-app

Visibilità online gratuita con Google Shopping

Immagina di poter mostrare gratuitamente i prodotti della tua azienda a milioni di utenti che ogni giorno affidano a Google le proprie ricerche. La tua azienda può godere di visibilità e aumentare il numero di visitatori e potenziali clienti. La nuova vetrina infatti, permetterà alle persone di scoprire più prodotti disponibili in più negozi, scorrendo tra i risultati disponibili nella scheda Google Shopping e individuare il venditore che propone la soluzione migliore al prezzo più conveniente o in linea con le proprie esigenze.

Questo consentirà a Google di recuperare tutte le ricerche transazionali che negli anni ha perso e che sono andate a finire all’interno di Amazon. Sempre più spesso infatti, gli utenti che cercano un prodotto da acquistare, invece di cercarlo sul motore di ricerca accedono ad Amazon e seguono tutto il percorso d’acquisto all’interno della piattaforma.

Se da un lato l’obiettivo di Google è quello di fornire un servizio più completo ad aziende e utenti, dall’altro vuole riacquistare una fetta di ricerche che gli sono state “rubate” da Amazon. Quello che si aspetta è che un utente che desidera acquistare un prodotto, invece che entrare su Amazon ed eseguire la ricerca all’interno della piattaforma, rimanga su Google per consultare una quantità di risultati più variegata e in grado di rispondere alle sue aspettative.

Come cambia la struttura della pagina?

Per prima cosa occorre fare una considerazione sugli inserzionisti e gli utenti di Merchant Center. Gli annunci a pagamento saranno mostrati sempre in prima posizione o alla fine dalla pagina, per simulare quello che avviene in SERP con i risultati di ricerca. In questo modo l’utente si troverà davanti una struttura a cui è già abituato e non avrà difficoltà a capire con quali risulta ha a che fare.

Leggi anche:  Come scoprire cosa sa Google di noi

Alla ricerca dell’utente corrisponderà una pagina con i prodotti sponsorizzati in alto e in baso, mentre al centro ci sarà un elenco di prodotti per i quali i venditori non hanno pagato per essere mostrati. Lato Ricerca Google invece, ci saranno sempre i caroselli degli annunci con le relative schede prodotto.

Requisiti necessari per entrare in Google Shopping

Per usufruire di Google Shopping hai bisogno di un account su Google Merchant Center e un feed di dati dei prodotti. Questo ti permetterà di avere visibilità e mostrare i tuoi prodotti nei risultati su Shopping. La costruzione del feed è proprio come quando si carica un catalogo per le campagne sponsorizzate. All’interno del pannello su Merchant Center sarà presente un nuovo report che ti consentirà di visualizzare le performance e il rendimento dei clic “gratuiti” – ottenuti senza campagne a pagamento – proprio come accade con le sponsorizzate.

Di recente ho tenuto un webinar sulle nuove funzionalità di Google Shopping durante il Prestashop (e)Commerce Week. Nel corso di questo importante evento ho potuto approfondire le novità più interessanti e utili per tipologie di business molto diverse tra loro. Ti lascio qui sotto l’intero intervento. Buona visione! 😉

Hai bisogno di nostra consulenza per il tuo sito o per il tuo e-commerce? Contattaci:









Accetto la Privacy Policy

Jole Torre

Jole Torre

Online Advertising Specialist di Be-We srl

Nata a Messina, vive a Cagliari dal 2015.
Curiosa, appassionata di Internet e dei suoi intricati meccanismi, ha un debole per Google.

Ha lavorato per diverse realtà: Toscana, Piemonte, Sicilia, Sardegna. In queste città ha maturato circa 10 anni di esperienza in SEO e Online Advertising.
Oggi è socia e responsabile dell’area Web Advertising in Be-We Srl.

Inserisci un commento