Articolo scritto da Argomento: Google Ads Advertising, Web Advertising 0 Commenti

Google AdMob: come monetizzare con gli annunci in-app
Tempo di lettura: 3 minuti

Hai mai sentito parlare di AdMob? È una piattaforma Google che consente di promuovere e monetizzare la tua app, grazie alla pubblicazione di annunci pubblicitari in-app.

Come saprai, riuscire a promuovere i prodotti sul web con campagne mirate e implementando la pubblicità sulla propria piattaforma può risultare piuttosto complesso. Fortunatamente Google ci viene in soccorso con tanti servizi pratici che ci aiutano a raggiungere i nostri obiettivi. Pensa ad esempio a Google AdWord o Google AdSense. In pochi click è possibile dare visibilità alla propria piattaforma e pubblicizzare i prodotti sfruttando le diverse tipologie di Google Ads, oppure monetizzare il proprio sito o blog inserendo dei semplici banner pubblicitari.

Sulla scia di questi strumenti già ampiamente conosciuti, si affianca AdMob. Vediamo insieme come funziona!

La scalata al potere del Mobile

Non è una novità che il Mobile oggi rappresenti il punto focale della creazione di tutto ciò che riguarda il web. Gli utenti sono sempre più connessi e per farlo usano molto spesso il proprio smartphone, piuttosto che il computer. Ecco perché negli ultimi tempi c’è stata la corsa all’ottimizzazione dei siti web per il mobile. Soprattutto quando parliamo di E-commerce, è essenziale rendere il sito facile da utilizzare e agevolare il processo d’acquisto. Senza questo genere di ottimizzazione il rischio è quello di perdere clienti preziosi.

Con la diffusione degli smartphone anche il mondo delle app è diventato sempre più importante. Era dunque inevitabile per Google creare un sistema che consentisse la creazione di annunci pubblicitari in grado di sfruttare le caratteristiche delle applicazioni. Così nasce AdMob.

Leggi anche:  Pubblicizzare un pacchetto turistico con Google Ads

Come funziona AdMob?

Era il lontano 2009 quando Google acquisisce la piattaforma pubblicitaria AdMob, una soluzione che permette agli sviluppatori di applicazioni mobile di aumentare il traffico degli utenti con la promozione delle app e di trasformarle in una fonte di guadagno.

In poche parole, AdMob è una soluzione che combina i servizi di Google AdWords e Google AdSense integrandosi con Google Analytics, tutti rivolti al mercato mobile.

Che differenza c’è tra gli annunci per dispositivi mobile da AdMob e quelli che possiamo creare con AdWords? Sappiamo che AdWords offre in particolare tre tipi di campagne pubblicitarie destinate alle app: gli annunci generici da inserire nelle app, gli annunci di testo e gli annunci per pubblicizzare le app, volte a incrementare il numero di download. Questa tipologia di campagne mirano a inserire in modo generico i banner nelle applicazioni e pubblicizzare le app o altri prodotti.

Con AdMob invece è possibile creare promozioni che riguardano le proprie applicazioni all’interno di altre app e sfruttare gli strumenti di monitoraggio più specifici. Inoltre, è possibile monetizzare grazie a diverse tipologie di annunci, come banner, annunci nativi e annunci video, e filtrare gli annunci non pertinenti con il contenuto dell’app al fine di migliorare l’esperienza dell’utente.

Come monetizzare con gli annunci in-app?

Uno dei vantaggi principali che consente di monetizzare con gli annunci in-app riguarda la possibilità di mostrare annunci pertinenti e interessanti agli utenti che utilizzano l’app. Permettono inoltre di personalizzare l’aspetto degli annunci e renderli più adatti allo stile dell’applicazione.

AdMob sceglie automaticamente quali annunci pubblicare nella tua app annunci direttamente della Rete AdMob e delle reti di terze parti che hai scelto. Questi annunci saranno mirati ai contenuti e al pubblico a cui si rivolge la tua app.

Leggi anche:  Remarketing per hotel: consigli utili

Puoi avere maggiore controllo su ciò che compare nell’app e bloccare gli annunci di alcuni inserzionisti e categorie per impedire che questi vengano mostrati nell’applicazione.

Il sistema è semplice: crei lo spazio pubblicitario, quindi rendi disponibili gli spazi all’interno dell’applicazione creando unità pubblicitarie su AdMob, dopo aver comunicato alla piattaforma dove vuoi pubblicare gli annunci, il sistema procede mostrando agli utenti gli annunci con il rendimento migliore.

Non vedi l’ora di implementare AdMob sulla tua applicazione ma non sai da cosa iniziare? Contattaci per una consulenza, ti aiuteremo a far decollare la tua app!

Laura

Laura Serrenti

Social Media Manager di Be-We srl

Appassionata di viaggi, serie tv e strategie di comunicazione. Dopo una Laurea in Comunicazione e Psicologia presso l’Università degli Studi Milano Bicocca, decide di tornare in Sardegna, la sua amata terra, per iniziare il suo percorso lavorativo alla scoperta del Digital Marketing, in particolare i Social Media.

Grazie all’esperienza coltivata lavorando in diverse realtà aziendali oggi si dedica ai diversi progetti con passione ed entusiasmo.