Campagna Facebook: pagare per click o impression?

Articolo scritto da Argomento: Facebook Marketing 0 Commenti

Campagna facebook costo per click o impression
Tempo di lettura: 4 minuti

Ho parlato tante volte di quanto il social media marketing e, nello specifico, le campagne su Facebook siano un tassello indispensabile di una più grande strategia di web marketing: un tassello importante per rendere efficace il progetto e ottenere risultati.

Facebook tra le tante opzioni che ti propone durante la costruzione di una campagna, ti dà la possibilità di scegliere la modalità di pagamento per la sponsorizzazione.

Mi spiego meglio: ogni campagna su traffico o installazione di app, preleva soldi dal tuo conto tendenzialmente su due forme di addebito, impression o click. Qual è la migliore? Scopriamolo!

Come impostare la tipologia di addebito

Come detto, impression e click sono le due forme principali di addebito per campagne di traffico (ne esistono anche altre, ad esempio per i video si parla di addebito in base al tempo di visualizzazione):

Le impression non sono altro che il numero di volte in cui la tua inserzione appare nella news feed dell’utente, mentre i click sono il numero di volte in cui l’utente clicca sulla tua sponsorizzazione. Attenzione a non confondere copertura con impression: la copertura è il numero di utenti unici che visualizzano il contenuto.

Ok, ma dove troviamo questi due tipi di addebiti?

Durante la procedura di creazione della campagna, troverai questa scelta nella sezione “Frequenza degli addebiti” dove viene indicata proprio la scelta tra le due opzioni, quindi al verificarsi di uno di questi due eventi, e solo per uno di questi due casi, Facebook addebiterà denaro all’inserzionista.

L’addebito per CPC può essere spuntato solo se imposti un budget giornaliero di almeno 5 euro, o un budget totale che permetta di avere comunque una media di almeno 5 euro. Se questo non è possibile, allora potrai selezione solo la “Impression”.

Ricordati che non dovrai mai confondere l’addebito con il tipo di ottimizzazione: infatti, l’ottimizzazione, che presenta anch’essa la voce click sul link, in realtà non ha nulla a che vedere con l’addebito, ma spiega semplicemente che l’inserzione cercherà di intercettare quegli utenti che si sposano meglio con quel tipo di ottimizzazione. E che hanno maggiore probabilità di cliccare.

Leggi anche:  Come far scalare una campagna di advertising su Facebook

Vediamo però più dettagliatamente cosa offrono i due tipi di addebito, così che tu capisca meglio a cosa vai incontro scegliendo l’uno o l’altro.

Scegliere l’addebito per click

Se la tua scelta ricadrà sull’addebito per Costo per Click, sicuramente avrai un controllo migliore sulle performance dei tuoi annunci e sulla spesa, in quanto andrai a pagare solo quando l’utente ci clicca. Quindi, se nessuno ci clicca non spenderai nulla (ma mi chiederei come mai nessuno ci ha cliccato! 😀 )

Per l’addebito per impression il discorso è diverso: pagherai ogni qualvolta l’annuncio verrà visualizzato. Alla luce di quanto ti ho appena detto, la scelta potrebbe sembrarti ovvia: scelgo costo per click perché così pago solo per gli utenti realmente interessati. Ma in realtà c’è una piccola questione da chiarire, ovvero, se la tua campagna performa molto bene e i click sono numerosi, il tuo CPM (il costo per mille persone raggiunte) sarà molto più alto rispetto a quanto sarebbe stato se la tua scelta fosse ricaduta sull’addebito per impressions.

Quindi il mio consiglio è quello di scegliere il costo per click qualora il tuo budget sia limitato, a tal punto da non permetterti di testare diverse forme di post ed essere costretto a pagare anche quanto i risultati sono negativi. In definitiva, l’addebito per click è strettamente correlato alle performance della tua campagna.

Scegliere l’addebito per impression

Se opti per l’addebito con impression, qualsiasi siano le tue performance, riceverai comunque l’addebito. Il tuo budget potrebbe andare via anche con performance molto basse, ma potrebbe verificarsi anche l’esatto contrario: pagherai solo per le visualizzazioni, nel mentre che la tua campagna genera tantissimi click (che avranno ovviamente un costo molto inferiore rispetto ai costi che avresti avuto scegliendo l’altra opzione di addebito).

Ecco perché ti consiglio di usare l’addebito per impression se disponi di un budget elevato tanto da poter effettuare diversi test e ottimizzare così la tua campagna.

Leggi anche:  Cos’è il pubblico personalizzato di Facebook?

Meglio CPC o CPM?

Tutti probabilmente ti risponderebbero dipende… e hanno ragione 🙂

Perché la verità è proprio questa, dipende dal budget, dipende dalla tipologia di post che vuoi sponsorizzare, dall’obiettivo e anche dal settore merceologico di riferimento. I fattori sono tanti e tutti ugualmente validi.

Quello che posso fare però è aiutarti a scegliere una via, quando si presentano determinati scenari e darti indicazione su quando usare l’addebito per click e quando per impression!

Addebito per click quando:

  • Il mio budget è poco, quindi devo ottimizzare il mio investimento
  • Non posso profilare adeguatamente il mio target, quindi cerco di non disperdere il budget ancora di più
  • Sono le prime campagne, quindi devo ottenere dati e creare uno storico

Addebito per impression quando:

  • Devo fare branding e dare rilevanza al mio marchio
  • Conosco le mie buyer personas, quindi pagare per CPM è molto più conveniente rispetto al CPC, in quanto ho chiaro chi è il mio target
  • Ho un budget elevato che mi permette di testare anche pagando molto un click
  • Devo fare retargeting, quindi il pubblico mi conosce e quindi conviene pagare solo per impression

Conclusione

Ricorda che il tipo di addebito che scegli è strettamente correlato al contesto in cui operi. Purtroppo non esiste una risposta che possa chiarirti ogni dubbio, ma le linee guida che ti ho dato ti saranno sicuramente utili per capire cosa spuntare una volta arrivato a quella sezione.

Hai già svolto diverse campagne? Quale addebito hai scelto e perché? Mi piacerebbe saperlo, se vuoi, scrivilo nei commenti! 🙂

Commenta questo post

Filippo Sogus

Filippo Sogus

CEO di Be-We srl & SEO Specialist

Filippo è SEO Specialist di professione, esperto in tecniche SEO nel settore e-commerce, editoriale e turistico. Segue diverse aziende nazionali, leader del mercato e investimenti sul web.

Grazie alla collaborazione con numerose aziende e all’esperienza SEO maturata in diversi settori, Filippo sfrutta i motori di ricerca per incrementare il fatturato delle aziende.

Inserisci un commento