Cos’è il pubblico personalizzato di Facebook?

Articolo scritto da Argomento: Facebook Marketing 0 Commenti

pubblico personalizzato cos'è
Tempo di lettura: 4 minuti

Il pubblico personalizzato di Facebook è ormai un must per chi svolge regolarmente attività di promozione attraverso Facebook ADS. Conosciuto anche come Custom Audience, si intende un particolare insieme di utenti che, in un modo o nell’altro, sono già entrati in contatto con la tua azienda.

Entrati in contatto in che modo? Ad esempio tramite l’interazione con la tua pagina Facebook, visitando le pagine del tuo sito, rilasciando l’email per ricevere le tue newsletter. Ci sono tantissimi modi per creare delle relazioni, il pubblico personalizzato mira a creare delle pubblicità che intercettino minuziosamente solo ed esclusivamente queste persone.

Ma vediamo nel dettaglio tutte le potenzialità di un pubblico personalizzato!

Pubblico personalizzato e strategia

Come anticipato parliamo di una fetta di utenti che per un motivo o per l’altro conosce già la tua azienda, il tuo prodotto e il tuo servizio. Quindi se già ti conosce, è più probabile che sia propenso ad effettuare l’azione che vorresti, rispetto a chi invece deve ancora capire chi sei e cosa fai.

In questo senso, una campagna pubblicitaria che utilizza una custom audience ha svariati vantaggi, eccone alcuni:

  1. Il CTR aumenta: il CTR, ovvero Click Trough Rate, è il rapporto tra numero di click e visualizzazioni. Diciamo che, più è alto, più performante è la tua campagna, quindi una metrica basilare per capire se l’andamento della tua promozione procede positivamente e se scaturisce interesse.
  2. I costi della campagna possono diminuire: un po’ come su Adwords, anche Facebook analizza certi aspetti tra cui CTR, pagina di destinazione della sponsorizzata, interazione, etc. A questo punto stabilisce un punteggio e pagherai meno se questo punteggio sarà alto. CTR e interazioni, ad esempio, sono collegati al pubblico targetizzato, quindi un pubblico personalizzato è sicuramente un vantaggio non da poco.
  3. Conversioni più probabili: se effettui una campagna, ad esempio, per incrementare le conversioni, e punti su un pubblico personalizzato, ci sono molte più probabilità di convertire. Nel tempo potrai affinare questo stesso pubblico, andando a scremare e individuando un pubblico ancora più di nicchia ma sempre pronto ad acquistare.

Creare un pubblico personalizzato è davvero molto semplice, ti basterà accedere al Gestisci Inserzioni > Pubblico > Crea Pubblico > Pubblico personalizzato. La schermata che ti apparirà sarà proprio questa qui sotto: come vedi ci sono ben 5 possibili custom audiences, quindi 5 modi per creare il pubblico. Se non disponi di database email, traffico sul tuo sito web o una pagina che genera interazioni, prima dovrai “popolare” questi segmenti utilizzando la targetizzazione standard delle campagne.

Leggi anche:  Cosa sono le Lookalike e come utilizzarle

tipi di custom audience

Pubblico personalizzato con il file clienti

Questa è la prima tipologia nata e per prima implementata su Facebook ADS per creare un pubblico personalizzato. La procedura è molto semplice, ti basterà avere un database di e-mail dei tuoi clienti, magari gli iscritti alla tua newsletter, per creare questo pubblico.

Una volta caricato il file, Facebook cercherà di trovare le corrispondenze tra quelle e-mail e i profili utenti registrati su Facebook con quella stessa e-mail. In poche parole, trova le stesse persone che, ad esempio, sono iscritte alla tua newsletter. L’email chiaramente non è l’unico fattore con cui viene svolta una corrispondenza, in realtà per creare una corrispondenza completa Facebook suggerisce l’inserimento anche di numeri di telefono, CAP, data di nascita, etc.

Più dati fornisci a Facebook, più sarà preciso nelle corrispondenze.

Pubblico personalizzato dal traffico del sito web

Questo pubblico viene creato dal traffico utenti nel tuo sito web, quindi dalle persone che visitano il tuo sito o specifiche pagine. Ma come puoi acchiapparle? 😀

Ti servirà il Pixel di monitoraggio, uno script che va inserito dentro il tuo sito che monitorerà tutte le visite in un determinato periodo di tempo prestabilito.

Il Pixel ha delle estensioni più avanzate, che ci permettono di monitorare (oltre alle visite) anche eventi specifici come una conversione, un’iscrizione alla newsletter, un’aggiunta al carrello, e così via.

La cosa più importante da capire è che in questo modo andrai ad intercettare chi effettivamente è già entrato nel tuo sito web, quindi capisci bene come una pubblicità mirata a questo pubblico possa portare molte più soddisfazioni rispetto ad una campagna fredda su un pubblico targettizzato ma che non ti conosce affatto.

Pubblico personalizzato dall’app

Se hai un’app potrai rivolgere le tue campagne ad un pubblico personalizzato che ha interagito con la tua applicazione.

Più specificatamente, potrai creare un pubblico basato sulle azioni effettivamente svolte dagli utenti nella tua app e che soddisfano determinati parametri da te selezionati.

Quindi, ad esempio, potrai creare un pubblico che ha raggiunto un determinato obiettivo all’interno dell’applicazione o che ha usato l’app negli ultimi 10 giorni, ma non ha magari acquistato alcun prodotto, o che ha aggiunto il prodotto ma non ha completato l’acquisto. Hai davvero l’imbarazzo della scelta.

Leggi anche:  Aumentare le prenotazioni di un ristorante attraverso Facebook ADS

Pubblico personalizzato con le interazioni della pagina

Questo tipo di pubblico viene generato intercettando tutte quelle persone che hanno interagito con la tua pagina Facebook, quindi persone che sono entrate in contatto con i nostri contenuti pubblicati sul social network, magari con un semplice like o commento.

Chi viene selezionato per questo pubblico?

  • Persone che hanno interagito con la tua Pagina Facebook
  • Persone che hanno visitato la tua Pagina
  • Persone che hanno interagito con un post annuncio
  • Persone che hanno cliccato su un pulsante di Call to Action
  • Persone che hanno inviato un messaggio alla tua pagina
  • Persone che hanno salvato la tua pagina o un post
  • Persone che hanno interagito con un tuo evento
  • Persone che hanno visualizzato un tuo video
  • Persone che hanno completato un tuo form contatti
  • Persone che hanno aperto un tuo Canvas
  • Persone che hanno interagito con il tuo profilo Instagram

Pubblico personalizzato con azioni offline

La novità delle novità! Dal 25 settembre dell’anno ormai passato, il 2017, le tue campagne possono essere rivolte anche a chi ha visitato il tuo negozio fisico o che ha svolto un’azione offline.

Davvero? Sì!

Il procedimento è identico a quello del pubblico personalizzato con file clienti, ma sicuramente più segmentato, in quanto potrai includere diversi tipi di database. Inserirai i dati dei tuoi clienti e le azioni che hanno svolto nel tuo negozio (acquisto, ad esempio).

Facebook ti darà 4 parametri per creare questo pubblico:

  • Nome dell’azione (carrello, lead, acquisto e così via)
  • Valore economico (la spesa)
  • La valuta
  • La data

Più sarai preciso, meglio sarà!

Pronto ad usare il pubblico personalizzato? La pubblicità su Facebook ADS ha raggiunto dei livelli davvero impressionanti, quindi è arrivato il momento di sfruttarla! Fammi sapere i tuoi risultati nei commenti 🙂

Commenta questo post

Jole Torre

Jole Torre

Online Advertising Specialist di Be-We srl

Nata a Messina, vive a Cagliari dal 2015.
Curiosa, appassionata di Internet e dei suoi intricati meccanismi, ha un debole per Google.

Ha lavorato per diverse realtà: Toscana, Piemonte, Sicilia, Sardegna. In queste città ha maturato circa 10 anni di esperienza in SEO e Online Advertising.
Oggi è socia e responsabile dell’area Web Advertising in Be-We Srl.

Inserisci un commento