Tutti i segreti del Consumer Barometer

Articolo scritto da Argomento: Strategie di marketing 0 Commenti

Tempo di lettura: 3 minuti

Ti sei imbattuto nello strumento Consumer Barometer di Google e non vedi l’ora di scoprire come usarlo per la tua strategia di marketing? Hai trovato l’articolo che fa al caso tuo. Oggi vogliamo parlarti di uno degli strumenti più utili creati da Google per indagare sulle abitudini d’acquisto online degli utenti.

Ogni strategia di digital marketing deve partire da una profonda conoscenza dell’audience a cui rivolgersi e Consumer Barometer può aiutarti in questa ardua impresa. Continua a leggere!

Consumer Barometer: conosci il tuo pubblico

L’utente che naviga online sa cosa vuole, quando lo vuole e come. L’obiettivo della tua azienda è soddisfare le esigenze e generare esperienze positive, intercettando il target in momenti strategici della sua ricerca online.

Il Consumer Barometer di Google è uno strumento chiave per comprendere istantaneamente l’uso che l’utente fa di internet a livello globale. Conoscere queste informazioni è diventato ormai indispensabile per creare una comunicazione personalizzata e in linea con le esigenze del target.

Insomma, più conosci la tua audience e prima la convincerai che il tuo brand sia il migliore sul mercato.

Come usare il Consumer Barometer

I Consumer Barometer di Google è uno strumento che ci permette di osservare il comportamento online di tutti gli utenti. Lo strumento funziona a livello globale e rappresenta un archivio in costante evoluzione con risorse alla portata di tutti.

Questa soluzione è perfetta per conoscere maggiori informazioni sul pubblico potenziale, sapere come si muove online, quali sono i dispositivi che usa con maggiore interesse, come prende le decisioni di acquisto oppure ancora il ruolo del video nella persuasione. Potrai scoprire se gli utenti che acquistano online prodotti e servizi del tuo settore lo fanno prevalentemente da desktop oppure da mobile, si trovano in Italia o all’estero e così via.

Leggi anche:  6 regole da seguire per scrivere un comunicato stampa perfetto

Su Consumer Barometer sono presenti 45 paesi e copre ben 10 categorie di prodotto. Grazie ai filtri presenti sulla piattaforma potrai selezionare il target di tuo interesse e ottenere tabelle e grafici per rendere la visualizzazione il più intuitiva possibile.

Le caratteristiche di Consumer Barometer

L’interfaccia di Consumer Barometer è semplice e intuitiva. È sufficiente scegliere uno dei quattro pulsanti per iniziare a esplorare il comportamento del tuo target.

Interfaccia Cunsomer Barometer

Iniziamo dal primo pulsante: il Graph Builder. Si tratta di una delle sezioni più complete e ricche di informazioni. In questa pagina troverai tutte le domande e le ipotesi contenute all’interno dei sondaggi. Le ipotesi sono raggruppate in base a diversi argomenti:

  • Lo spettatore intelligente: mette in evidenza il modo in cui vendono utilizzati i video di internet come ad esempio la frequenza con cui vengono visualizzati, perché lo fanno e in quali canali.
  • Il mondo online e multi-schermo: raccoglie dati e risposte sulle domande legate al modo in cui gli utenti accedono a Internet e ci racconta quali sono i dispositivi usati con maggiore frequenza. 
  • Lo smart shopper: raccoglie i dati relativi al modo in cui gli utenti utilizzano internet per acquistare prodotti e servizi. Potrai capire cosa motiva le persone ma anche il modo in cui fanno le ricerche e come effettuano i pagamenti.

Oppure, puoi scegliere il pulsante Trended Data con una quantità elevata di informazioni segmentate, pensate per essere sfruttate in una strategia di marketing ben definita. La segmentazione può essere gestita in base al genere, all’età degli utenti e al paese di provenienza.

Proseguendo trovi il pulsante Audience Stories, a sua volta suddiviso in base a particolari caratteristiche degli utenti che compongono i diversi gruppi selezionati in base all’engagement e al comportamento d’acquisto. Quindi, all’interno delle quattro schede (Brand advocates, Digital moms, Utenti dei video e i Millennials), trovi gli insights che puoi usare per definire la tua strategia.

Leggi anche:  A cosa serve e come usare LinkedIn Pulse

Infine, il Curated Insights che al suo interno presenta numerosi grafici con insights. Queste informazioni possono aiutarti a conoscere ancora meglio il tuo target, quali sono le sue necessità, i suoi bisogni e i suoi desideri. 

Hai bisogno di aiuto per definire la tua strategia di digital marketing? Possiamo aiutarti noi: scopri il nostro servizio di Digital Strategy!

Laura

Laura Serrenti

Social Media Manager di Be-We srl

Appassionata di viaggi, serie tv e strategie di comunicazione. Dopo una Laurea in Comunicazione e Psicologia presso l’Università degli Studi Milano Bicocca, decide di tornare in Sardegna, la sua amata terra, per iniziare il suo percorso lavorativo alla scoperta del Digital Marketing, in particolare i Social Media.

Grazie all’esperienza coltivata lavorando in diverse realtà aziendali oggi si dedica ai diversi progetti con passione ed entusiasmo.