Come usare lo storytelling per la tua azienda

Articolo scritto da Argomento: Strategie di marketing 0 Commenti

Come fare storytelling per aziende
Tempo di lettura: 3 minuti

Tutte le persone amano raccontare storie, ancor di più ascoltarle, e questa non è affatto una novità, ma anzi, è una cosa che accade da sempre. Fare storytelling vuol dire puntare forte su un tipo di marketing che vede nella comunicazione “umana” la sua colonna portante.

Non basta però saper raccontare una storia per essere efficaci: l’obiettivo rimane comunque rendere conosciuto il proprio brand, quindi dietro lo storytelling è necessario pensare ad un progetto di comunicazione che mira a suscitare delle emozioni nelle persone, per poterli raggiungere e ottenere, alla fine dei conti, dei risultati davvero concreti.

Oggi ti spiego come puoi usare lo storytelling per “comunicare la tua azienda”, utilizzando i social media per poter amplificare il tuo messaggio, la tua storia!

Comunicare valori

Uno degli obiettivi che dobbiamo considerare quando pensiamo allo storytelling come strategia di comunicazione è sicuramente quello di veicolare i nostri valori aziendali attraverso i nostri messaggi.

Sì perché alle persone, molto spesso, non interessa quello che vendi, ma incuriosisce in modo molto più significativo i valori e la storia della tua azienda: una rappresentazione umana per colmare il gap che può esserci tra te e i tuoi clienti, allontanandoci dalla promozione diretta per dar voce ai valori e alla tua mission aziendale.

I grandi brand come Coca Cola, Apple, Ikea, e molti altri ancora, sfruttano lo storytelling inteso come racconto aziendale, per conquistare le persone e rendere virali i loro messaggi.

Il racconto nello storytelling

Come anticipato, i brand più famosi raccontano la propria azienda, spesso mostrandoci l’intero percorso che hanno portato il brand a diventare ciò che è adesso. Se hai un’azienda con una grande esperienza e una lunga vita, è bene mostrarla ai tuoi clienti e ai potenziali tali, magari attraverso 3 tipologie di racconto:

  1. La storia del tuo brand, come tutto è iniziato e perché, ad esempio, la vostra azienda ha quello specifico nome. Questi sono aspetti che incuriosiscono sicuramente i tuoi utenti, quindi li avvicinano alla tua azienda molto più di quanto farebbe una pubblicità che mira alla vendita del tuo prodotto.
  2. Fai parlare il tuo staff, quindi fai in modo che siano proprio gli impiegati della tua azienda, che vivono quotidianamente questa realtà, a raccontare il tuo brand. Ogni marchio, piccolo o grande che sia, ha delle persone reali con una storia reale che può essere raccontata: perché non sfruttare le campagne pubblicitarie Facebook per raccontare, magari a puntate, le loro storie?
  3. I racconti dei tuoi clienti. Ogni azienda che ha riscosso un certo successo ha, per forza di cose, dei clienti soddisfatti che possono raccontare una storia legata alla tua azienda. Questo tipo di storytelling è molto importante, soprattutto come validazione sociale per le altre persone che non conoscono il tuo brand.
Leggi anche:  Marketplace per e-commerce: perché aumentano le vendite?

Storytelling coerente con l’azienda

Più la tua storia sarà legata alla tua azienda, tanto più risulterà reale agli occhi di chi la guarda. L’attendibilità della vostra storia è tutto e solo in questo modo sarà considerata davvero rilevante dalle persone: quindi bisogna porre molta attenzione al come viene strutturato il racconto della propria azienda online.

Barilla, è un ottimo modello di storytelling da seguire: la sua intera attività di marketing è basata sullo storytelling e anche claim “Dove c’è Barilla, c’è casa”.

Questo marchio comunica costantemente, attraverso le sue pubblicità, la stretta correlazione tra famiglia e i suoi prodotti: i clienti di Barilla non comprano la pasta esclusivamente perché buona (lo è, sia chiaro, senza qualità non si va da nessuna parte), la comprano perché si ritrovano nel concetto promosso, ormai da decenni, dal brand.

Progetto di Storytelling

Avete deciso il prezioso lato della vostra azienda da raccontare sul web? Bene, ora è indispensabile sviluppare un progetto di storytelling nel lungo periodo che attivi quel meccanismo fisiologico proprio dello storytelling: la serialità.

Lo storytelling, per essere davvero efficace, deve essere un po’ come i fumetti o le serie tv, ovvero la storia deve essere raccontata a puntate.

Lo storytelling per il business, per essere davvero efficace, ha bisogno di una storia che venga raccontata nel tempo e incuriosisca le persone a tal punto da seguire l’intera evoluzione della storia, attraverso episodi o piccoli spot che aggiungano e aumentino i contenuti e la storia principale.

Empatia e autorevolezza nello storytelling

L’empatia e l’autorevolezza sono i due concetti basilari per una storia di successo. Il prodotto che vendi è l’ultima cosa che conta, prima viene il cliente, il messaggio empatico, l’autorevolezza dei contenuti, il coinvolgimento dell’utente con il tuo brand.

Leggi anche:  Strategia di local marketing: come impostarla

Il pubblico, al giorno d’oggi, ripone tantissima attenzione a cosa e come comunicano i brand nei social o, in generale, nel web. In particolare, puntano il dito sulle pubblicità che palesano un racconto irreale, non vero. Ecco perché il mio consiglio è quello di sviluppare un racconto tanto più vicino alla nostra storia, solo in questo modo saremo realmente apprezzati!

Quindi per concludere ti mostro un piccolo specchietto dei punti più importanti di una strategia di storytelling aziendale:

  • Essere convincenti
  • Essere autentici
  • Coinvolgere emotivamente le persone
  • Raccontare in più tappe la nostra storia
  • Creare relazioni forti tra il brand e il pubblico
  • Essere empatici e autorevoli

Hai già provato lo storytelling per la tua azienda o hai in programma di provare questa strategia di marketing? Fammi sapere nei commenti! 🙂

Commenta questo post

Filippo Sogus

Filippo Sogus

CEO di Be-We srl & SEO Specialist

Filippo è SEO Specialist di professione, esperto in tecniche SEO nel settore e-commerce, editoriale e turistico. Segue diverse aziende nazionali, leader del mercato e investimenti sul web.

Grazie alla collaborazione con numerose aziende e all’esperienza SEO maturata in diversi settori, Filippo sfrutta i motori di ricerca per incrementare il fatturato delle aziende.

Inserisci un commento