Articolo scritto da Argomento: Strategie di marketing 0 Commenti

come curare la reputazione online
Tempo di lettura: 3 minuti

Quando si parla di reputazione online, si parla di un qualcosa che necessariamente deve essere costruito nel tempo, con cura e costanza, ma soprattutto si parla di un qualcosa che non è concretamente misurabile, ma influenza fortemente il rapporto tra azienda e cliente, o potenziale tale.

Che cos’è la reputazione online? Teoricamente potrei dirti che è l’opinione che il web ha su di te, sulla tua azienda, su cosa offri, etc. In aggiunta posso dirti che è un vero e proprio fondamento se intendi affacciarti nel mondo online (e anche offline ha il suo peso chiaramente)

Oggi ti scrivo qualche consiglio utile per curare la tua reputazione online.

Cosa vuol dire reputazione online

Costruirsi una reputazione online non è cosa immediata, come detto richiede tempo, è un’operazione lunga e complessa, difficile da creare, facilissima da rovinare. Però è necessaria, non puoi ometterti dal crearla e curarla, è un investimento che, col tempo, riuscirà a posizionare il tuo brand nel mercato.

Prova a pensare alla vita di tutti i giorni, quando devi uscire per andare a cena fuori con gli amici: che locale scegli? Io personalmente prima di prenotare mi faccio un giro in internet a leggere recensioni, vedere foto sui social, informarmi sul menù e farmi un po’ trasportare dai commenti delle persone che ci sono già state.

Ecco perché è importante costruirsi una reputazione. Sappiamo tutti che i clienti moderni si affidano ad Internet per trovare i prodotti e servizi di cui hanno bisogno. E lo fanno utilizzando diverse piattaforme tra cui portali tematici, social media e anche il tuo sito web in modo da avere una opinione complessiva ampia e il più attendibile possibile sulle aziende da cui generalmente acquistano. Questo vale per ogni tipo di azienda e praticamente per ogni tipo di business.

Leggi anche:  Visual storytelling: ecco 6 consigli per farlo al meglio

La reputazione online viene valutata su diversi aspetti che interessano diversi canali di comunicazione e di web marketing:

Se questo ti spaventa, sappi che fortunatamente puoi mettere mano in ognuna di queste cose, devi solo volerlo 🙂

Come curare la reputazione online

Esistono diverse fasi per la cura e il mantenimento della tua reputazione online, ma possono essere riassunte in 3 macrocategorie:

La costruzione, che è ovviamente il primo step, la fase di start-up. Quando si cerca di lanciare un brand che sostanzialmente nessuno conosce ancora.

Il mantenimento, quindi quando le aziende hanno effettivamente guadagnato una reputazione e devono però mantenerla. Quindi una fase di monitoraggio e mantenimento dello status quo.

Il recupero della reputazione online. Spesso capita che la reputazione online cali, magari una battuta d’arresto dovuta a qualche recensione negativa. Questa è la fase in cui bisogna arginare il problema e cercare di ristabilire la tua reputazione online.

Quello che conta è lavorare in tutti quegli aspetti di web marketing che contano veramente, dai social, ai contenuti, dal posizionamento alla grafica del tuo sito, passando per la cura della tua community.

Ora ti do qualche consiglio utile per mantenere una buona reputazione online!

Consigli per la reputazione online aziendale

Il primo consiglio che voglio darti è quello di non fermarti al nome del tuo brand, ma lavora nel settore, individuando tutte quelle parole chiave che possono servire a posizionare il tuo marchio e a far parlare della tua azienda. In questo conta molto la strategia SEO e il posizionamento su Google, quindi abbi cura di quest’aspetto.

Il secondo consiglio è di rendere la tua azienda social, perché buona parte dei consumatori lo sono e si informano nei social network. Questo trend è in crescita e non credo si arresterà certo a breve, quindi cavalca l’onda e crea una strategia di social media marketing che ti aiuti a costruire la tua web reputation. Tra l’altro, i social aiutano a farti trovare anche da chi non ti conosce, attraverso la viralità che i tuoi contenuti possono avere.

Leggi anche:  Customer journey: come progettarla in pochi step

Il terzo consiglio riguarda la trasparenza e quello che dichiari:molte aziende mentono sui prodotti e i servizi che offrono, cercando di apparire sempre positivamente, quando invece qualcosa non funziona. Le persone se ne accorgerano e parleranno male di te, anche online. Cerca di essere trasparente, individuando i tuoi punti forti e i tuoi punti deboli, cercando di valorizzare i primi e migliorari i secondi.

Il quarto e ultimo consiglio riguarda il content marketing, nello specifico l’uso di un blog ti sarà molto d’aiuto in ottica SEO, ma anche per raccontare la tua azienda e dare notizie rilevanti sul settore in cui operi. Inoltre guadagnerai in autorevolezza, pubblicando contenuti di valore e che siano utili a chi è, effettivamente, interessato a ciò che hai da offrire.

Questi sono i miei consigli per una buona reputazione online, ne hai qualche altro? Mi piacerebbe conoscerli, quindi se vuoi puoi scrivermi nei commenti 🙂

Commenta questo post

Hai bisogno di nostra consulenza per il tuo sito o per il tuo e-commerce? Contattaci:









Accetto la Privacy Policy

Filippo Sogus

Filippo Sogus

CEO di Be-We srl & SEO Specialist

Filippo è SEO Specialist di professione, esperto in tecniche SEO nel settore e-commerce, editoriale e turistico. Segue diverse aziende nazionali, leader del mercato e investimenti sul web.

Grazie alla collaborazione con numerose aziende e all’esperienza SEO maturata in diversi settori, Filippo sfrutta i motori di ricerca per incrementare il fatturato delle aziende.

Inserisci un commento