Come vincere la Buy Box di Amazon nel 2019

Articolo scritto da Argomento: Gestire un e-commerce 0 Commenti

Buy Box Amazon
Tempo di lettura: 4 minuti

Vuoi sapere come vincere la Buy Box di Amazon nel 2019? In questo post ti presenteremo tutti i criteri che l’algoritmo di questo marketplace tiene in considerazione prima di aggiudicare a un venditore l’ambita Buy Box. Ma prima, per chiarire questo argomento anche a chi non ha molta dimestichezza con l’ambiente di Amazon, spiegheremo brevemente cos’è la Buy Box e come funziona.

Cos’è la Buy Box, e perché tutti la vogliono?

Tutti i venditori di Amazon vorrebbero ‘vincere la Buy Box‘, come se si trattasse del premio di una ricca lotteria. Ebbene, non è assolutamente così: la Buy Box è un fattore Amazon e, tecnicamente, si trova in una speciale area delle schede prodotto, all’interno della quale viene posto in automatico l’offerta del venditore privilegiato su Amazon, da cui si potrà acquistare in modo “diretto”.

Sostanzialmente, quindi, la Buy Box Amazon premia un determinato venditore rispetto agli altri, facendo apparire la sua offerta per prima quando un utente effettua una particolare ricerca.

Pensa per esempio a un venditore di vinili, che inserisce nel proprio negozio su Amazon un disco dei Rolling Stones. Altri 6 rivenditori, però, presentano il medesimo vinile nei rispettivi inventari: nel momento in cui un utente ricercherà quel disco su Amazon, l’algoritmo non potrà che mostrare l’offerta di tutti e 7 i rivenditori nella scheda prodotto. Solo uno di loro, però, sarà inserito nella Buy Box, ovvero nel box in alto a destra in cui Amazon inserisce automaticamente il bottone ‘Aggiungi al carrello‘.

Quella, insomma, è la scelta automatica suggerita e messa a schermo da Amazon, e in quanto tale sarà la scelta altrettanto automatica di tantissimi utenti. Perché? Semplice: in primo luogo perché il pubblico si fida di Amazon, e quindi è portato a seguire il suo consiglio. É un po’ come sulla pagina dei risultati di ricerca di Google: la maggior parte dei click si concentra sul primissimo risultato, il quale per arrivare fino a lì ha dovuto lavorare sodo sulla SEO; e anche per conquistare il primo posto su Amazon, ovvero la Buy Box, bisogna soddisfare le esigenze di un algoritmo piuttosto pretenzioso. Ma non è tutto qui, c’è un’altra ragione per cui la maggior parte dei clienti compra direttamente dal venditore suggerito all’interno della Buy Box: in pochi hanno la briga di andare a controllare i prezzi, le recensioni e le condizioni di vendita degli altri venditori relegati all’infuori della Buy Box. Del resto, se questa analisi è già stata effettuata da Amazon, perché perdere altro tempo?

Leggi anche:  Quali sono gli obblighi fiscali per vendere in rete?

Bene, ora che sai cos’è e quali sono i vantaggi della Buy Box di Amazon, vediamo quali criteri devi tenere in considerazione per aggiudicartela nel 2019 e per aumentare le tue vendite!

Aggiudicarsi la Buy Box di Amazon nel 2019: ecco come fare

  • Il prezzo
    Il primo fattore da tenere in considerazione è il prezzo. Questo non vuol dire che il tuo prodotto deve essere il più economico di tutti, nossignore. Non dovrebbe, però, essere nemmeno tra i più costosi: per aggiudicarsi la Buy Box è dunque consigliato posizionarsi in una fascia di prezzo bassa rispetto alla media, senza però esagerare: non può certo aiutarti arrivare finalmente alla Buy Box di Amazon per un prodotto in cui hai annullato i tuoi margini di guadagno!
  • Il repricing
    Non solo il tuo prezzo dovrebbe essere concorrenziale: dovrebbe essere anche adattato nel tempo, così come fa Amazon stesso con i suoi prodotti, cambiando il prezzo in base ai trend di vendita. A quanto pare, l’algoritmo di Amazon apprezza i venditori che adottano il repricing in tempo reale.
  • La logistica
    Un fattore importante per accedere alla Buy Box è la logistica, la quale deve essere soddisfacente. Per questo motivo molti venditori che aspirano alla Buy Box si affidano alla gestione della logistica di Amazon, e quindi al Fulfillment by Amazon (FBA), il quale ti aiuterà a migliorare i tempi di spedizione, l’ampiezza del tuo inventario e le tempistiche di consegna della merce. Tutto questo ti farà guadagnare punti agli occhi dell’algoritmo.
  • La valutazione del venditore
    Questo è un aspetto estremamente importante: per poter vincere la Buy Box è fondamentale essere un buon venditore. Questo, dal punto di vista di Amazon, si traduce in una valutazione media positiva, la quale dovrebbe essere superiore al 98%. Più nello specifico, Amazon invita i suoi venditori a mantenere la percentuale di ordini difettosi al di sotto dell’1%, a ridurre i ritardi al minimo (senza oltrepassare il 4% sul totale delle spedizioni) e ad avere sempre una buona scorta di prodotti (non si dovrebbe avere mai più del 2,5% dei prodotti dell’inventario nello status ‘attualmente non disponibile’).
  • I tempi di spedizione
    Come anticipato a livello di logistica, l’algoritmo di Amazon riconosce una grande importanza alle tempistiche di spedizione. Una spedizione che impiega da 0 a 2 giorni viene valutata con il punteggio più alto, laddove invece le spedizioni che impiegano dai 3 ai 7 giorni sono giudicate migliorabili. I voti sono poi più bassi per le spedizioni ancora più lente.
  • Il feedback dei clienti
    Per vincere la Buy Box di Amazon è necessario avere delle ottime recensioni da parte dei clienti. Bisogna sottolineare, a questo punto, che Amazon calcola il Feedback rating dei propri venditori sulla base delle recensioni ottenute negli ultimi 365 giorni, pur dedicando un’attenzione particolare alle valutazioni ricevute negli ultimi 3 mesi. Insomma, c’è sempre tempo per recuperare e fare di meglio!
  • Tempo di risposta al cliente
    Amazon apprezza i venditori presenti. Per questo, per essere inseriti nella Buy Box, è importante poter vantare delle buon tempistiche di risposta alle domande dei clienti: molto meglio, insomma, restare al di sotto delle 12 ore!
Leggi anche:  Come usare i tag nel modo giusto?

Ora non ti resta che migliorare al massimo il tuo negozio di su Amazon, in modo di vederti assegnare la Buy Box per un alto numero di prodotti!

Commenta questo post

Jole Torre

Jole Torre

Online Advertising Specialist di Be-We srl

Nata a Messina, vive a Cagliari dal 2015.
Curiosa, appassionata di Internet e dei suoi intricati meccanismi, ha un debole per Google.

Ha lavorato per diverse realtà: Toscana, Piemonte, Sicilia, Sardegna. In queste città ha maturato circa 10 anni di esperienza in SEO e Online Advertising.
Oggi è socia e responsabile dell’area Web Advertising in Be-We Srl.