Vendere su eBay: la guida pratica per venditori

Articolo scritto da Argomento: Vendere sui marketplace 0 Commenti

negozio su eBay
Tempo di lettura: 3 minuti

Niente dominio, niente hosting: avviare un negozio su eBay è certamente più facile che lanciare da zero un e-commerce in rete. I costi di avvio, in confronto, sono praticamente nulli, così come le preoccupazioni e i tempi. Certo, ci sono anche degli svantaggi da tenere in considerazione (non a caso il numero degli e-commerce continua a salire di anno in anno). Prima di tutto, essere ospitato da eBay vuol dire non essere su un portale privato, quanto invece essere nel bel mezzo di un grandissimo marketplace, potenzialmente circondato da tantissimi competitor. Non va poi dimenticato il fatto che questa piattaforma impone dei limiti strutturali ed economici che invece un normale e-commerce non avrebbe motivo di rispettare. Questi, insomma, sono i principali pro e contro di vendere su eBay. Se, dati alla mano, preferisci seguire questa opzione, non ti resta che leggere la nostra guida pratica, così da avviare il tuo negozio in modo semplice e veloce!

Come aprire un negozio su eBay

Per iniziare devi iscriverti a eBay in qualità di venditore. Per farlo hai la possibilità di registrare un account professionale e, se vuoi aprire un negozio su eBay, molto probabilmente è questa la voce che sceglierai. In ogni caso, potrai cambiare tipo di account in qualunque momento. Registrando un account professionale accederai alle tariffe riservate ai soli venditori professionali, le quali sono marcatamente differenti rispetto a quelle riservate ai venditori non professionali.

Devi inoltre sapere che di fronte a te, che vuoi aprire un negozio su eBay, ci sono tre opzioni diverse. Hai infatti la possibilità di aprire un Negozio Base, per il quale i soli requisiti sono un account utente e un conto PayPal, oppure un Negozio Premium o Premium Plus (per i quali è però necessario poter vantare dei punteggi venditore superiori al 4.4 e al 4.6). In un negozio base puoi inserire al massimo 200 inserzioni gratuite al mese (che sono solo 100 per i venditori non professionali), a fronte di un costo mensile di circa 17 euro più Iva. Passando a un negozio Premium, invece, si potranno inserire inserzioni gratuite illimitate, a un costo di 34 euro più Iva ogni mese. Chi guarda in modo peculiare al mercato estero e ha molta merce da vendere, invece, dovrebbe pensare a un Negozio Premium Plus, il quale invece costa 260 euro al mese più Iva. Inutile dire che, perlomeno per iniziare, un negozio Base è più che sufficiente per la maggior parte dei venditori.

Leggi anche:  Vendere su Amazon: 7 mosse per arrivare preparato e aumentare i profitti

Una volta scelto il tipo di negozio su eBay che meglio si adatta alle tue esigenze, potrai iniziare a personalizzarlo, e quindi a renderlo davvero tuo. Per prima cosa dovrai occuparti dell’aspetto grafico del tuo negozio. Di certo la personalizzazione non è quella che si può raggiungere con la realizzazione di un sito e-commerce privato, anzi, siamo su tutto un altro pianeta, ma indubbiamente impostare in modo adatto le tue pagine su questo marketplace ti aiuterà a guadagnare clienti. Devi dunque inserire il logo della tua attività e il banner di intestazione, per poi impostare la tua vetrina e decidere la posizione dei vari oggetti.

Fatto questo, potrai passare all’organizzazione concreta del tuo negozio su eBay, e quindi alla creazione delle varie categorie in cui saranno disposti i tuoi prodotti. Di fatto, è un po’ come se stessi decidendo come riempire le corsie e gli scaffali del tuo piccolo – o grande – supermercato, creando categorie e sotto-categorie. A questo punto, potrai andare effettivamente a popolare le tue categorie, creando le varie inserzioni relative ai tuoi prodotti e impostando i testi in modo da essere descrittivi per gli utenti e chiari per i motori di ricerca. Anche su eBay, infatti, i testi necessitano di una saggia ottimizzazione dal punto di vista della SEO, andando a individuare le parole chiave più importanti per i tuoi prodotti in vendita.

Quelli dei prodotti, del resto, non sono gli unici testi che puoi inserire sul tuo negozio eBay. Devi infatti sapere che hai la possibilità di creare altre pagine personalizzate, come l’immancabile pagina ‘Chi Siamo’ (fondamentale per aumentare la fiducia dei clienti) e la pagina relativa alle condizioni di vendita.

Leggi anche:  Vendere su Amazon: 7 mosse per arrivare preparato e aumentare i profitti

A questo punto, il tuo negozio su eBay è pronto: non ti resta che gestirlo in modo attento, promuovendolo al meglio sui migliori canali per attirare un numero crescente di potenziali clienti. Quella che ti serve è una strategia multicanale, in grado di coniugare la SEO (per migliorare i risultati organici dei motori di ricerca) al social media marketing, all’email marketing e al content marketing (non è da escludere, per esempio, l’avvio di un blog che sappia trasportare clienti verso il tuo negozio online).

Che dire… buone vendite!

Commenta questo post

Jole Torre

Jole Torre

Online Advertising Specialist di Be-We srl

Nata a Messina, vive a Cagliari dal 2015.
Curiosa, appassionata di Internet e dei suoi intricati meccanismi, ha un debole per Google.

Ha lavorato per diverse realtà: Toscana, Piemonte, Sicilia, Sardegna. In queste città ha maturato circa 10 anni di esperienza in SEO e Online Advertising.
Oggi è socia e responsabile dell’area Web Advertising in Be-We Srl.