Articolo scritto da Argomento: Contenuti per il web, SEO e posizionamento sui motori 0 Commenti

Come ottimizzare una scheda prodotto
Tempo di lettura: 5 minuti

La scheda prodotto è una delle sezioni più importanti per un e-commerce. Possiamo immaginarla come la carta d’identità dei prodotti e il suo compito è davvero complesso: deve convincere l’utente ad acquistare. Se ci pensi, l’utente che atterra sulla scheda prodotto è a un passo dall’aggiunta al carrello. Questo significa che se al suo interno trova tutte le informazioni importanti e decisive, non esiterà a iniziare le procedure per l’acquisto.

Perché ti sto dicendo queste cose? Può sembrarti una considerazione banale, in fondo siamo nel 2020 e tutti sappiamo a cosa serve una scheda prodotto. Ti sorprenderebbe sapere che in realtà non è così. Ancora oggi queste pagine vengono spesso trascurate, tanto dai piccoli brand quanto dai brand più grandi. Ti basterà fare un giro nel web per rendertene conto.

Per questo motivo ho pensato di darti qualche spunto per ottimizzare le schede prodotto del tuo negozio online. Iniziamo!

Schede prodotto: perché ottimizzarle?

Ci sono tante buone ragioni che devono spingerti a ottimizzare le schede prodotto. Il primo lo abbiamo già visto, si tratta di pagine che raccontano il prodotto, le sue caratteristiche, i vantaggi, le foto, lo zoom sui dettagli, le recensioni di altri clienti e molte altre informazioni che possono diventare decisive nel percorso d’acquisto. Ci sono altre due ragioni che ti fanno capire perché è essenziale non trascurare queste pagine: la visibilità del brand e l’espansione della coda lunga.

Nel primo caso, soprattutto se prevedi attività di advertising legate a questo scopo, puoi aumentare la visibilità del brand associando il prodotto al tuo negozio online. Nel secondo caso, puoi raggiungere con più probabilità gli utenti che cercano attivamente quel prodotto online e avere una maggiore copertura in SERP.

Le ragioni per le quali è importante dedicare del tempo a questo genere di ottimizzazione sono quindi sia strategiche e sia tecniche. Cosa succede se non le ottimizzi? Potresti non riuscire a posizionarti per le ricerche di quei prodotti così come nel caso di ricerche correlate. Se hai attivato compagne di advertising, potresti non ottenere risultati e rischieresti di buttare via i tuoi soldi. Ed infine, se hai un negozio online con molti prodotti, ti ritroverai con un sito pieno di pagine inutili (perché senza ottimizzazione, le schede prodotto sono praticamente inutili), che andranno a incidere negativamente sul punteggio di autorevolezza attribuito al tuo dominio dal motore di ricerca.

Come raccontare un prodotto

La prima cosa da fare è creare uno schema da seguire per descrivere in modo uniforme tutti i prodotti del sito. Questo è fondamentale per vari aspetti: da un lato rendiamo più ordinato il sito web, dall’altro siamo in grado di individuare una matrice dei termini di ricerca usati dagli utenti per ricercare il prodotto online.

Quali sono gli elementi che posso esserti d’aiuto? Ecco un riepilogo:

  • Nome del prodotto
  • Categoria e sottocategoria
  • Marchio
  • Caratteristiche tecniche (peso, dimensione, materiale, componenti, etc.)
  • Caratteristiche estetiche (come il colore, la forme, etc.)
  • Caratteristiche funzionali (problematiche che permette di risolvere)
  • Sinonimi
  • Codici di identificazione (Product ID, SKU, SN, etc.)

Una volta completato l’identikit di ciascun prodotto potrai iniziare a costruire le diverse combinazioni che possono comporre la query di ricerca dell’utente. In questo modo potrai sfruttare i termini di ricerca per rendere più complete e funzionali le tue schede prodotto. Ti suggerisco anche di testare e simulare le ricerche che un utente interessato a un prodotto specifico può fare su Google. Cosa ti permette di fare una simulazione di questo tipo?

Leggi anche:  A cosa servono i Rich Snippet

Il test delle query è utile per raccogliere informazioni come:

  • Individuare le main keyword e le keyword secondarie usate nel title
  • Identificare gli attributi di riferimento usati sia nel title che nella description
  • Scoprire le parole semantiche correlate al prodotto
  • Prendere spunto per costruire il copy della meta description e incrementare il CTR
  • Capire se i risultati che compaiono sul motore di ricerca sono caratterizzati da un particolare markup e se ci sono attributi da prendere i n considerazione nel corso dell’implementazione

Grazie a questa analisi potrai ottimizzare il title la meta description di ciascuna scheda prodotto. Anche questi due elementi sono FONDAMENTALI ma vengono quasi sempre lasciati in secondo piano.

Come rendere la scheda prodotto perfetta per un e-commerce

Abbiamo affrontato la parte più di analisi e raccolta di informazioni che ci servono per ottimizzare le schede prodotto, ci siamo concentrati sui markup dei dati strutturati che possono portare vantaggi al business di un e-commerce (aumentare il CTR in SERP, aiutare Google a capire e interpretare i dati più rilevanti dei prodotti, aumentare la visibilità del brand). Adesso arriviamo al dunque: il copy.

Scrivere una scheda prodotto può sembrare un processo lungo e faticoso, soprattutto quando si ha un catalogo prodotti ampio. È vero, è un lavoro complesso, ma qualcuno dovrà pur farlo. Se hai un buon copywriter a cui affidare questo incarico lo renderai felice, altrimenti devi armarti di coraggio e dedicare un po’ di tempo ogni giorno alle descrizioni.

Ecco una check list che ti aiuterà a fare un lavoro corretto e pulito.

1 – Titolo della scheda prodotto

Quando parliamo di titolo della scheda prodotto ci riferiamo al tag <h1>. Ricorda che in una pagina ci deve essere sempre e solo un tag di heading. Nel caso di una scheda prodotto, questo dovrà contenere il nome del prodotto e una o più caratteristiche che lo identificano (può essere ad esempio il colore, la forma, il peso e così via). Ti ricordi lo schema di cui ti ho parlato poco fa? Ecco, averlo sottomano ti aiuterà a individuare le caratteristiche uniche del prodotto e a costruire il suo nome così da differenziare i titoli del tuo e-commerce.

2 – Descrizione breve e descrizione lunga

La descrizione breve è quella che troviamo nella sezione above the fold, ovvero la porzione di pagina che l’utente visualizza senza dover scrollare. Si trova sotto al titolo e accanto all’immagine del prodotto, circondata da altre info come il prezzo, le recensioni e i filtri con i diversi attributi. In questa sezione devi inserire le informazioni più importanti che descrivono il prodotto.

La descrizione lunga la troviamo subito dopo e può essere raggiunta con pochi scroll. In alcuni casi si può inserire nella descrizione breve un collegamento immediato a quella lunga, così da permettere all’utente di avere più informazioni in poco tempo. In questa sezione puoi inserire molti più dettagli su tuo prodotto e arricchire la pagina web di campi semantici utili a espandere la coda lunga dei posizionamenti.

Leggi anche:  Link earning: che cosa è? E in cosa differisce dalla link building?

3 – Immagini

Quando si vende online è ESSENZIALE avere delle belle immagini per rappresentare al meglio il prodotto. Immagini ambientate, focus su specifici dettagli, immagini del singolo prodotto… più immagini inserisci meglio sarà. Ricorda sempre che l’utente si baserà sugli elementi che troverà all’interno di questa pagina per scegliere se acquistare oppure no.

4 – Prodotti Correlati

I prodotti correlati vengono spesso sottovalutati ma possono aiutarci in questa fase della scelta d’acquisto. Un po’ come fa Amazon – ci sarà un motivo valido se il colosso delle vendite online usa questa strategia 😀 – che all’interno della scheda prodotto suggerisce all’utente altri prodotti che possono essergli utili per fare un acquisto completo. Questo suggerimento non appare certo come informazione principale, ma la troviamo in secondo piano per non infastidire l’utente in modo eccessivo.

Amazon Prodotti Correlati

5 – Recensioni

Le recensioni sono un altro elemento che non può mancare all’interno di una scheda prodotto. Avere dei prodotti con tante recensioni positive può fare davvero la differenza. L’utente è portato a fidarsi del tuo negozio online e sarà più propenso ad acquistare. Renderle visibili all’interno della pagina è semplice, ma come fare a raccoglierle? Potresti proporre uno sconto sul prossimo acquisto ai clienti che scrivono una recensione sui prodotti. In questo modo gli dai un incentivo, li ringrazi per il tempo che ti hanno dedicato e li inviti ad acquistare ancora sul tuo e-commerce.

E poi? Non è tutto, se sei arrivato fino a qui dal punto di vista del copy hai già fatto un ottimo lavoro. Lato tecnico ci sono ancora alcuni accorgimenti da prendere. Ad esempio, la struttura dell’URL – che deve essere senza caratteri speciali, pulita, chiara, in minuscolo, senza spazi e deve aiutare l’utente e Google a capire in quale pagina si trova prima ancora di cliccare e iniziare a esplorare la scheda prodotto. Ma come ti ho detto, dal punto di vista tecnico c’è ancora tanto lavoro da fare. Per questo motivo il consiglio che voglio darti è quello di affidarti a un professionista in grado di ottimizzare ogni aspetto delle tue schede prodotto e rendere perfetto il tuo e-commerce!

Hai bisogno di nostra consulenza per il tuo sito o per il tuo e-commerce? Contattaci:









Accetto la Privacy Policy

Filippo Sogus

Filippo Sogus

CEO di Be-We srl & SEO Specialist

Filippo è SEO Specialist di professione, esperto in tecniche SEO nel settore e-commerce, editoriale e turistico. Segue diverse aziende nazionali, leader del mercato e investimenti sul web.

Grazie alla collaborazione con numerose aziende e all’esperienza SEO maturata in diversi settori, Filippo sfrutta i motori di ricerca per incrementare il fatturato delle aziende.

Inserisci un commento