Perché non comprare follower su Instagram

Articolo scritto da Argomento: Social Media Marketing 0 Commenti

Follower Instagram
Tempo di lettura: 3 minuti

È tristemente facile confondere il numero di follower con il successo. La fila degli imprenditori e dei social manager della domenica che puntano tutto sul numero di follower sulle varie piattaforme di social network, infatti, è lunga, lunghissima. E viene sfruttata da tutti quei discutibili servizi che permettono di comprare follower su Instagram, su Facebook e via dicendo. Eppure acquistare follower su Instagram, come su qualsiasi altro portale, è un’azione demenziale, per parecchie ragioni diverse. Sei ancora stato tentato di farlo? Sei stato a un soffio dal cliccare su un banner pubblicitario che ti prometteva qualche migliaio di like in più? E magari il diavoletto sulla tua spalla continua a suggerirti che sì, comprare follower su Instagram in fondo in fondo è una cosa giusta e produttiva per il tuo business?
In questo caso, hai fatto bene a scrivere su Google ‘perché non comprare follower su Instagram’: in questo modo, avremo la possibilità di fermarti in tempo, prima che tu vada a sprecare i tuoi soldi e a compiere un’azione mal vista dagli utenti. Qui sotto, infatti, raccoglieremo tutte le principali ragioni per cui non devi assolutamente fare questa azione scellerata.

Comprare follower su Instagram: ecco perché non devi assolutamente farlo

I tuoi concorrenti hanno 1.000, 5.000, 100.000 follower più di te? Sì, ovvio, condividere un messaggio con 100 persone ha un peso, farlo con un pubblico mille volte più numeroso ha tutto un altro significato. Partendo da questo presupposto, sono in molti a comprare follower su Instagram, per avere una platea più numerosa. Ma è solo un’illusione!

Zero engagement

Nei social network, a contare non è tanto il numero di follower, quanto invece il coinvolgimento degli utenti. A che pro acquistare 100.000 utenti su Instagram, se nessuno di loro interagirà mai con i tuoi contenuti? Sarebbe un po’ come pagare migliaia di euro per installare un cartellone pubblicitario di tavole da surf nel bel mezzo delle Alpi, a chilometri e chilometri dalle onde: certo, hai fatto un investimento, e migliaia di persone vedranno la tua pubblicità. Ma quante di loro saranno realmente interessate?

Leggi anche:  Social mention: cosa sono e come monitorarle

L’algoritmo di Instagram

E c’è anche di peggio, in quanto Instagram, come qualsiasi altro social network, funziona sulla base di algoritmi ben precisi. Ciò significa che questa piattaforma decide di far vedere i contenuti di una pagina solo se quelli possono interessare all’utente: se quest’ultimo non interagisce in alcun modo con i tuoi contenuti, quelli non saranno più mostrati. Il che vuol dire che comprare follower su Instagram equivale a sprecare del tutto i propri soldi.

Esiste l’advertising

Vuoi spendere dei soldi per spingere sotto gli occhi di utenti che ancora non ti conoscono i tuoi contenuti, e quindi i tuoi prodotti e i tuoi servizi? Comprare follower su Instagram non è certo il metodo giusto. Il tuo obiettivo può invece essere raggiunto facilmente attraverso gli strumenti propri del web advertising, e quindi con Google Ads, Facebook Ads e Instagram Ads.

Comprare follower non significa avere un reale seguito

Moltissime persone, al giorno d’oggi, sono attratte dalla professione dell’influencer. Ingenuamente, alcune di esse pensano che, per diventare uno di loro, sia sufficiente avere un mucchio di follower su Instagram e su Facebook. Ma di nuovo, non è affatto così: un influencer diventa tale nel tempo, costruendo intorno a sé un pubblico fedele, che ha scelto di seguire i suoi consigli. Vuoi diventare un influencer? Sappi, allora, che nessuna azienda sarà mai disposta a pagarti per promuovere i suoi prodotti o servizi, se il tuo pubblico non sarà coinvolto e reattivo, e quindi autentico!

Qualcosa non torna

Scommetto che anche tu hai visto delle pagine Instagram che, nonostante migliaia e migliaia di follower, sono totalmente deserte. Nessun commento, nessun mi piace: non ci vuole molto per capire che gli utenti di quella pagina, anziché essere autentici, sono fittizi, e sono stati acquistati solo per fare numero. Perché rischiare di fare la figura dell’imbroglione?

Leggi anche:  Il nuovo algoritmo di Instagram: ecco i nostri consigli per affrontarlo

La questione etica

Abbiamo visto, insomma, che comprare follower su Instagram non è affatto produttivo, e che dunque non è per niente un buon investimento per far crescere il tuo business. Anzi, è vero piuttosto il contrario! Ma non è tutto qui: acquistare degli utenti fittizi è anche avverso a ogni etica. Lì fuori ci sono aziende che si impegnano ogni giorno per creare contenuti di qualità, e così facendo raccolgono pian piano un numero degno di follower autentici: con quale faccia si può acquistare con il denaro quello che gli altri hanno guadagnato negli anni con un lavoro continuo e imperterrito? Non si fa!

Vuoi aumentare i tuoi follower su Instagram? Ormai dovresti aver capito che non vale davvero la pena comprarli: molto meglio avere 100 follower reali piuttosto che 1.000 falsi! Per far crescere in modo onesto ed efficace i seguaci della tua pagina, devi offrire contenuti di qualità, usare gli hashtag giusti, essere attivo all’interno delle community e ottimizzare il tuo profilo. Così facendo, con il tempo, il numero dei tuoi follower aumenterà di certo!

Per cui, il nostro ultimo consiglio è: i soldi che volevi investire per acquistare follower, investili nelle ads che, credimi, è parecchio più produttivo!

Commenta questo post

Filippo Sogus

Filippo Sogus

CEO di Be-We srl & SEO Specialist

Filippo è SEO Specialist di professione, esperto in tecniche SEO nel settore e-commerce, editoriale e turistico. Segue diverse aziende nazionali, leader del mercato e investimenti sul web.

Grazie alla collaborazione con numerose aziende e all’esperienza SEO maturata in diversi settori, Filippo sfrutta i motori di ricerca per incrementare il fatturato delle aziende.