Articolo scritto da Argomento: Gestire un e-commerce, User Experience Design 0 Commenti

user experience
Tempo di lettura: 3 minuti

Migliorare la user experience significa incrementare il tempo di permanenza degli utenti sulle tue pagine web, significa avere più traffico e significa anche avere un maggior numero di conversioni. E questo vale per qualsiasi tipologia di portale, dall’e-commerce al sito web di un ristorante: lo scopo è sempre quello di eliminare qualsiasi ostacolo lungo il percorso che porta l’utente dalla semplice visita alla conversione. In questo senso, molto spesso la user experience viene confusa con l’usabilità, termine simile ma nient’affatto uguale.

Vuoi sapere una volta per tutte qual è la differenza tra questi due concetti? È molto semplice: migliorare l’usabilità vuol dire, in estrema sintesi, rendere un sito web facile da usare; lavorare alla user experience, invece significa fare tutto il necessario affinché l’utente abbia un’esperienza piacevole e appagante. La user experience, dunque, è una materia che raccoglie tante discipline diverse, dal web design all’architettura dell’informazione, passando per la psicologia e la human-computer interaction.

Come puoi migliorare la user experience del tuo sito web? Leggi i nostri consigli!

Rendi il tuo sito più veloce

Nessuno ha tempo da perdere, nemmeno chi naviga online. Questa continua fretta che contraddistingue il nostro quotidiano ci porta a eliminare dalla nostra panoramica tutti i siti web che impiegano troppo tempo per caricarsi. Il primo passo per migliorare la user experience del tuo portale, dunque, è quello di renderlo più veloce. Come è possibile? Ebbene, puoi partire dalle immagini, riducendo il loro peso. Puoi scegliere un servizio di hosting più veloce, e puoi sfruttare a tuo vantaggio le cache dei browser dei tuoi utenti, cosicché nelle loro visite successive i caricamenti di pagina saranno automaticamente più rapido.

Una homepage attraente

La homepage è la vetrina virtuale della tua attività. Entreresti mai in un negozio che presenta una vetrina disordinata e sporca? Sicuramente no.

Less is more

Un utente frustrato è un utente che lascia il sito web anzitempo. Vuoi diminuire al minimo la possibilità di frustrazione? Allora riduci la quantità di elementi presenti nelle tue pagine, mirando ad un minimalismo non solo estetico, ma anche funzionale. L’utente, in questo modo, avrà subito chiaro in mente quali sono le opzioni possibili e qual è la call to action da cliccare per proseguire nel suo percorso.

Leggi anche:  Il web design efficace dei siti web, nel 2019

Una formattazione attenta e un font adatto

I testi del tuo sito web devono essere altamente leggibili, anche per chi va di fretta e magari utilizza degli schermi di dimensioni ridotte. Per questo motivo la formattazione deve essere impeccabile, e il tipo di font adottato deve essere altamente chiaro e pulito. Perfetti, in questo senso, font come Arial, Verdana e Georgia. Il popolarissimo Times New Roman, invece, non è leggibile quanto si potrebbe pensare.

Menu chiari e facilmente navigabili

Il menu è uno strumento a disposizione dell’utente per muoversi rapidamente tra una pagina e l’altra di un portale. Per questo motivo, è necessario che questo elemento sia il più possibile intuitivo, e che ogni singola etichetta sia coerente e pienamente indicativa della risorsa puntata.

Mobile friendly

Molto probabilmente, più della metà del traffico del tuo sito web proviene da utenti connessi attraverso smartphone e tablet. Questo significa che il tuo portale deve essere assolutamente mobile friendly, e quindi perfettamente utilizzabile anche su schermi grandi quanto un post-it.

Non dimenticare la barra di ricerca

Link interni, menu, call to action… eppure, talvolta, trovare quello che si sta cercando all’interno di un sito web non è affatto facile. Ma c’è un elemento che puoi aiutare gli utenti che si trovano in questa spiacevole situazione, ed è la barra di ricerca interna. Al contrario, gli utenti che ne avranno bisogno e non la troveranno, non aspetteranno un secondo di più prima di abbandonare il tuo portale.

Meno banner, meno pop-up

Non ti stiamo dicendo che, per migliorare la user experience, devi rinunciare agli annunci pubblicitari all’interno del tuo sito. La loro quantità deve essere modesta e commisurata ai reali contenuti delle tue pagine; i banner e i pop-up, inoltre, non devono mai essere troppo invadenti.

Leggi anche:  Come recuperare i carrelli abbandonati? Ecco le tre tecniche più efficaci

Semplifica al massimo le form di contatto

In molti siti, l’obiettivo finale è quello di essere contattati dai clienti. Per questo motivo è doppiamente importante, ai fini della user experience, essere certi di predisporre delle form di contatto altamente semplici da affrontare. Questo significa che i dati richiesti devono essere ridotti al minimo e che le possibilità di errore da parte dell’utente devono essere azzerate. Niente codici fiscali, niente risposte obbligatorie, se non le fondamentali, ovvero nome, cognome e indirizzo email.

La regola dei tre click

Più che una vera e propria regola, si tratta di un obiettivo al quale tendere. Qualsiasi sia la pagina in cui si trova il tuo utente all’interno del tuo portale web, qualunque altro contenuto del sito dovrebbe essere raggiungibile con non più di tre click.

Bando alle pagine 404

Troppo spesso la navigazione degli utenti è interrotta bruscamente da un errore 404. Attenzione: nel caso di portali importanti e ramificati, scontrarsi con delle risorse non trovate non è affatto anormale. É però importante che le pagine 404 siano concepite non come uno stop, bensì come un nodo navigabile.

Commenta questo post

Filippo Sogus

Filippo Sogus

CEO di Be-We srl & SEO Specialist

Filippo è SEO Specialist di professione, esperto in tecniche SEO nel settore e-commerce, editoriale e turistico. Segue diverse aziende nazionali, leader del mercato e investimenti sul web.

Grazie alla collaborazione con numerose aziende e all’esperienza SEO maturata in diversi settori, Filippo sfrutta i motori di ricerca per incrementare il fatturato delle aziende.