Blog aziendale: perché ottimizzare e revisionare i vecchi post

Articolo scritto da Argomento: Contenuti per il web 0 Commenti

blog aziendale
Tempo di lettura: 3 minuti

Quante volte ti hanno detto che, per aumentare il traffico in entrata nel sito web della tua impresa, avresti dovuto aprire un blog aziendale? Ebbene, tu l’hai fatto. E hai iniziato a creare faticosamente, giorno dopo giorno, dei contenuti originali, utili per gli utenti, insomma, di valore. E ti sei anche dato da fare sul lato della SEO, imparando di post in post come ottimizzare il tuo blog aziendale per delle parole chiave a te tanto care. La concorrenza online, però è enorme, e il tuo entusiasmo iniziale è andato via via scemando, passando dalla creazione di un post ogni due giorni alla redazione di un solo post settimanale. Certo, qualche soddisfazione c’è sicuramente stata: alcuni post particolarmente riusciti hanno ricevuto parecchie visite e una bella fetta di visitatori atterrata sul tuo sito proprio attraverso il blog aziendale si è effettivamente trasformata in un nutrito gruppetto di nuovi clienti (è in effetti questo l’obiettivo finale di ogni strategia di content marketing, no?). L’efficacia dei tuoi vecchi post, però, è andata via via calando e le idee per crearne tanti altri, tornando magari ai ritmi di apertura, sono ormai troppo poche.

Sai allora cosa ti diciamo? Pubblica di meno, riduci il ritmo con cui fai uscire nuovi post. Ma lavora di qualità, scrivendo dei contenuti davvero originali, capaci di offrire qualcosa in più rispetto alla tua concorrenza – usando magari la tecnica Skyscraper che abbiamo visto poco tempo fa. Ma, soprattutto, non trascurare tutto il lavoro che hai fatto finora: torna indietro, e aggiorna i tuoi vecchi post!

Perché dovresti aggiornare e revisionare i vecchi post del tuo blog aziendale?

Hai scritto dei post per il tuo blog aziendale per alcuni anni? Forse non lo sai, ma sei seduto su un vero e proprio tesoro. Non ti stiamo dicendo di abbandonare del tutto la redazione di nuovi contenuti: ti consigliamo però di ritagliarti qualche ora – ogni settimana – per aggiornare i tuoi vecchi post. Vuoi sapere il perché? Ti daremo non uno, non due, ma ben quattro validissimi motivi!

Leggi anche:  Come si usa il Keyword Planner di Google Ads

Aggiornare i post del tuo blog aziendale per avere più traffico

Probabilmente, da quando hai iniziato a scrivere per il tuo blog aziendale, le tue competenze SEO sono migliorate. Ora sai come produrre dei meta tag ottimizzati, ora sai come formattare il testo in modo perfetto e sicuramente hai capito come e perché le immagini vanno ottimizzate. Ma lo sapevi anche allora, al tempo dei primi post? Probabilmente no. Forse, guardando indietro, troverai dei post troppo corti o magari delle immagini senza il tag Alt o magari scoprirai che nei tuoi primi post non c’è alcuna meta description.

Fidati: torna indietro e usa il tuo occhio esperto per migliorare il tuo blog aziendale dal punto di vista della SEO on page.

Aggiornare i post del tuo blog aziendale per… dare un po’ di freschezza

Forse non lo sai, ma tra i tantissimi fattori che Google usa per decidere il ranking delle varie pagine online, ce n’è anche uno chiamato Freshness Factor. Certo, non stiamo parlando di un fattore fondamentale, ma di certo ha una sua certa importanza: esso punta, infatti, a impedire che dei contenuti troppo datati si posizionino nelle primissime posizioni della SERP. Questo perché, come sempre, il motore di ricerca mira a fornire il fior fiore dei contenuti agli utenti, e si sa, ci sono maggiori probabilità che un contenuto fresco sia migliore, più utile e per l’appunto aggiornato rispetto a uno scritto tre o quattro anni fa. Pensa per esempio ad un post scritto sul social media marketing cinque anni fa, o magari ad un post scritto sull’intelligenza artificiale quattro anni fa: tantissime informazioni sarebbero sicuramente obsolete!

Leggi anche:  Come aumentare le visite di un sito web

Quindi sì, il solo fatto di tornare e aggiornare – anche lievemente – i vecchi post del tuo blog aziendale ti può certamente aiutare a guadagnare qualche preziosa posizione.

Aggiornare i post del tuo blog aziendale per non frenare i nuovi post

Ecco un’altra cosa alla quale probabilmente non hai fatto caso: l’interezza di un portale condiziona fortemente il posizionamento di ogni sua singola pagina. Cosa significa tutto questo ? Beh, significa che se nel tuo blog aziendale ci sono 9 contenuti spazzatura e 1 contenuto stupendo, quei 9 post di infima qualità trascineranno in basso loco anche il post perfettamente ottimizzato per i motori di ricerca. Quindi sì, non tornare indietro ad ottimizzare i vecchi post significa mettere dei pesi alle gambe dei tuoi nuovi testi.

Aggiornare i post del tuo blog aziendale per far capire ai tuoi utenti che pensi a loro

Affinché i tuoi utenti si possano trasformare in clienti e affinché rimangano tali, devi dimostrare di tenere a loro. Per questo non puoi permetterti di avere dei testi ammuffiti, obsoleti o ormai incompleti sul tuo blog aziendale: non appena si accorgeranno di avere a che fare con delle risorse mancanti o sbagliate, infatti, lasceranno il tuo portale, rivolgendosi alla concorrenza. È davvero questo che vuoi?

Commenta questo post

Hai bisogno di nostra consulenza per il tuo sito o per il tuo e-commerce? Contattaci:









Accetto la Privacy Policy

Filippo Sogus

Filippo Sogus

CEO di Be-We srl & SEO Specialist

Filippo è SEO Specialist di professione, esperto in tecniche SEO nel settore e-commerce, editoriale e turistico. Segue diverse aziende nazionali, leader del mercato e investimenti sul web.

Grazie alla collaborazione con numerose aziende e all’esperienza SEO maturata in diversi settori, Filippo sfrutta i motori di ricerca per incrementare il fatturato delle aziende.