Strategia di local marketing: come impostarla

Articolo scritto da Argomento: Strategie di marketing 0 Commenti

Strategia di local marketing come impostarla
Tempo di lettura: 3 minuti

La parola Local unita al marketing vuol dire impostare una strategia per rendere unica la tua offerta di prodotto e servizio e fidelizzare i clienti che ti sono vicini.

Ma cosa intendiamo per vicini in un mondo che è ormai globalizzato?

Si perché il paradosso è proprio questo, ma in realtà se si avvia un’attività per rivolgersi alle persone a noi vicine o nell’hinterland della nostra città, il beneficio non è solo nostro ma dell’intera comunità a cui ci rivolgiamo.

Oggi ti parlo di strategia di local marketing per portare al successo un business locale.

Cos’è il local marketing

Per Local Marketing si intendono tutte quelle attività di comunicazione e promozione messe in atto dall’azienda, con l’obiettivo di far arrivare gli utenti in un luogo fisico, dove verrà completata la transazione, e quindi avverrà l’acquisto.

Il cliente potenziale, che troverai online, diventerà cliente vero solo quando entrerà nel tuo negozio.

Quante volte ti sarà capitato di informarti sui social o sul sito di un negozio della tua città, o di un ristorante, prima di andarci? A me capita sempre, è normale!

I social network e Google hanno rivoluzionato il nostro approccio all’acquisto: ci confrontiamo con il motore di ricerca chiedendo indicazioni su come arrivare al negozio, leggiamo feedback dei ristoranti, hotel e pizzerie. Google e i social sono dalla nostra parte, in questo senso, quindi sfruttiamoli.

Quali sono gli elementi di una strategia di local marketing?

Prima di tutto è fondamentale fornire tutte le informazioni ai nostri potenziali clienti e farlo correttamente. Dal sito aziendale a quelli sul profilo Facebook o Instagram, il vostro profilo su Google My Business, insomma, chiunque voglia trovarvi deve avere vita facile e sapere tutto in modo veloce.

Leggi anche:  Come impostare le categorie in un e-commerce

Ora vediamo nel dettaglio questi elementi di local marketing:

  • Local SEO, è al primo posto perché è fondamentale che il nostro sito venga trovato quando viene effettuata una ricerca locale dal nostro utente e potenziale cliente. Intendo quindi tutte quelle attività di ottimizzazione per i motori di ricerca per far apparire il nostro sito per una determinata local search.
  • Google My Business e Google Adwords: l’ho anticipato prima, Google My Business è fondamentale per impostare in maniera corretta e sfruttate il tool di Google creato a posta per il local marketing. Anche Google AdWords è un valido alleato per una strategia di local marketing. Potrai infatti pubblicare annunci geolocalizzandoli e rivolgerli con precisione al tuo target.
  • Facebook Advertising, ti permette di arrivare direttamente alle persone che si trovano nel tuo territorio in modo molto preciso, e soprattutto monitorare e misurare le performance e i risultati.
  • Social Media: i contenuti online, specialmente nei social media, sono come sempre un aspetto molto importante, nel web marketing in generale. Creare contenuti di valore, condivisibili dagli utenti cercando l’interazione con gli utenti e generando la possibilità di creare una community. I contenuti devono essere programmati, sempre, con un piano editoriale.
  • Eventi locali : ti saranno di grande aiuto. Organizza o presenzia ad eventi locali creando una rete di partnership con altre realtà limitrofe, come siti turistici locali o vere e propri giornali online, così da ottenere importanti link di ritorno dai loro articoli. In questo modo riuscirai a far conoscere la tua attività, ampliare il tuo bacino di utenza e incuriosire le persone che potrebbero diventare presto tuoi clienti.
  • Stimoli per i vostri clienti: la tua missione è fidelizzare. Puoi proporre un premio per ogni recensione rilasciata nei social o sul tuo sito, dai qualcosa in cambio e otterrai qualcosa! Una recensione vale più di un cartellone pubblicitario, perché la gente si fida più delle persone reali, o dell’amico che può testimoniare per esperienza la bontà di ciò che offri, rispetto ad una pubblicità autoreferenziale (e non misurabile 😉 ) La reputazione online è il tuo valore aggiunto.
  • Video marketing: una buona strategia di content marketing deve prevedere anche una sezione dedicata al video. Soprattutto nei social i video vanno molto bene, perché favoriti dell’algoritmo e anche perché rispecchiano la volontà degli utenti che reputano i video molto più accattivanti per la loro fruizione immediata. Quindi inseriscili nella tua strategia di local marketing!
  • Storytelling: con l’esplosione delle dirette online su Facebook e delle Stories su Instagram hai la possibilità di raccontare in maniera trasparente i tuoi prodotti e servizi in una forma che gli utenti ormai apprezzano. Semplici da realizzare, non dovrai assumere un regista per poterli fare e nessuna post produzione a seguito, avrai tra le mani un prodotto che ti rimarrà per sempre e soprattutto potrai sfruttare a tuo vantaggio in qualsiasi momento, magari con un’attenta pianificazione per  lo storytelling.
Leggi anche:  Cos'è Duckduckgo?

Che altro aggiungere? Diccelo tu nei commenti! Hai mai fatto una strategia di local marketing per la tua attività? Hai avuto dei riscontri positivi? Facci sapere! 🙂

Commenta questo post

Filippo Sogus

Filippo Sogus

CEO di Be-We srl & SEO Specialist

Filippo è SEO Specialist di professione, esperto in tecniche SEO nel settore e-commerce, editoriale e turistico. Segue diverse aziende nazionali, leader del mercato e investimenti sul web.

Grazie alla collaborazione con numerose aziende e all’esperienza SEO maturata in diversi settori, Filippo sfrutta i motori di ricerca per incrementare il fatturato delle aziende.

Inserisci un commento